• L’olocausto è inarrestabile?

    Author Orazio Valenti

    L’olocausto è inarrestabile?

     

    Da tempo la morale è al bivio. Siamo oltre il punto di non ritorno.

    Chi è l’uomo? (Ne avevo gia parlato in questo sito ufficiale www.eugeniosiragusa.it)

     

    Prima di tutto ricordiamoci come la fisica quantistica ha “rifatto” la scienza: Cosa è la realtà? Cosa è concreto e cosa è astratto?

    Una cosa è il pathos che sentiamo quando osserviamo le meraviglie della natura, arrivando ad un buon accordo amoroso verso la Madre, altra è quando si riesce a trascendere da questo e passare a sentimenti più elevati come una migliore comprensione dei suoi fenomeni. E’ dunque verità ciò che davamo ripetutamente per scontato e poi mutava? C’è differenza tra il mondo che percepiamo ed il mondo come realmente è? E ciò che a noi è sconosciuto, è o non è? Oppure tutto e noi stessi siamo un enigma? Dunque la realtà che crediamo di osservare è solo una illusione, perché è come se vivessimo in uno specchio olografico: con quali occhi o cervello o sensi invisibili o percettivi guardiamo o vediamo? Dobbiamo fare capo alla fisica subatomica, alla fisica quantica o alla metafisica? Siamo entrati in un labirinto di possibilità infinite: ciò che chiamavamo materia occupa uno spazio insignificante, e le particelle non sono localizzabili ma dinamiche in un universo alternativo (materia-energia, particella-onda). Tutto è fatto di atomi e quindi tutto vibra in questo essere non-essere; dov’è la materia, dov’è l’energia? Cambiando la velocità cambia il senso del tempo e ci perdiamo. Ci ricolleghiamo più facilmente al passato, ma succedono tanti fenomeni che provengono dal futuro, e non possono essere spiegati. Si è arrivati a credere che la non-sostanzialità della materia sia come il pensiero: bit di informazioni che si scambiano e non si incontrano mai. Mentre la nostra tendenza è pensare che il mondo sia fatto di “cose”, la fisica quantistica spiega che tutto ciò che ci circonda sono i possibili movimenti dello stato cosciente. Da questo stato più profondo dell’esistenza, parte il concetto della sperimentazione nella quale siamo immersi per evolverci nella coscienza dell’essere. Un essere, ognuno di noi, che non è un osservatore materiale, che non è nel cervello, ma un fantasma  che vibra intorno al corpo, ed è la coscienza, l’intelligenza, lo spirito. 

    Tutto è realtà relativa, perché tutto è vero ai diversi livelli di verità.

    Finalmente la scienza quantica e la filosofia, sfociano alla verità dell’Uno.

    A livello subnucleare, e quindi in tutto, tutto è uno, io e voi siamo uno. Siamo un tutt’uno col Padre.

    Microcosmo e Macrocosmo sono Uno.

    Ma molti uomini si sono fissati su certe realtà materiali e sulle apparenze. le hanno imposte agli altri, fermandone l’evoluzione individuale e collettiva, impedendo alla coscienza l’apertura necessaria a comprendere l’Ambiente in cui viviamo, l’Universo Organico, chiudendosi al libero sviluppo della intelligenza.

    Ora cominciamo a capire che nell’etere cosmico (non nel vuoto che non esiste), vi è il motore delle energie creative; che vi è una infinita pluralità di universi. Purtroppo, per l’uomo che vuole distruggere l’atomo o la cellula col bombardamento subatomico, bombardare le comete e la Luna, far saltare col carro armato le popolazioni che non si assoggettano al proprio tipo di politica economica, che mette in prigione e uccide chi non è d’accordo con le leggi fatte dagli esponenti del potere, non rimane che l’olocausto.

    E’ inevitabile!

                                                                       Orazio Valenti

  • Non illudiamoci

    Author Orazio Valenti

    Non illudiamoci.

    Su questo sito ufficiale, www.eugeniosiragusa.it, propongo una sintesi di argomenti già spiegati nei miei libri pubblicati, aiutando chi non li ha ancora letti.

    Mai potremmo eludere o tergiversare sui consigli ed ammonimenti ricevuti ed elargiti da Eugenio Siragusa, e rigettati, tanti anni fa:

    “Vogliamo aiutarvi ad instaurare sul vostro Pianeta la legge del diritto e del dovere universali, corroborati dal vero amore e dalle regole di giustizia divina, ma ancora resistete pur sapendo a quali gravi conseguenze andate incontro.”

    “Noi, figliuolo, abbiamo il compito di mutare le conoscenze secondo il tempo che riteniamo opportuno, affinché l’uomo di questa sfera abbia ad accogliere con matura conoscenza l’aspetto progressivo delle Leggi che attraverso il tempo mutano aspetto”.

    “Ogni essere che vive su questa sfera riceve le leggi secondo l’onda su cui ascolta.

    Agisce con gli effetti che assorbe secondo la dilatazione o la gravitazione delle medesime.”

    “Noi, che veniamo da altri mondi, che conosciamo da remotissimo tempo le eterne Leggi del Supremo Bene Universale e che sentiamo il grande timore di disubbidirle con il solo pensiero, vi abbiamo avvertiti così come ci è stato concesso dalla Suprema Sapienza. Ma voi, uomini, non avete voluto ascoltare né avete voluto comprendere i segni e le manifestazioni di ammonimento che abbiamo edificato; anzi, li avete volutamente ignorati e con diabolica arte occultati, con la piena coscienza di farlo per il bieco e sporco timore di perdere il dominio sull’umanità che desidera veramente essere libera e in pace.”

    Purtroppo, ad un attento esame di svariati fenomeni, effetti di cause da tempo sempre più esasperate e non curate,  l’uomo terrestre, sotto il profilo psicofisico, geotettonico, vibrazionale planetario,vive un tipo di vita che, è da tempo oltre il limite della tolleranza consentita dalle Leggi Cosmiche.

    Questo si sa, fin troppo bene da chi conduce le sorti delle popolazioni, ma continuano a fare il loro gioco di informare e condizionare diversamente. Sono proprio diversamente abili.

    Bisogna semplicemente avere il coraggio di cercare la conoscenza e i canali di informazione.

    Chi siamo noi per pensare di stravolgere gli equilibri planetari? Come ci permettiamo solo di immaginare di asservire i fenomeni naturali?

    E’ bene ricordare che qualcuno ci ha sempre controllati dal Cosmo, rispettando il nostro, sebbene relativo, libero arbitrio; questi “Qualcuno” aspettano il giorno e l’ora in cui Chi Governa, decide di dire “Basta”. Tutto dipende da programmi che non si riferiscono solo all’uomo terrestre, ma a mille fattori di carattere cosmico. Lo vogliamo capire oppure no?

    Ripeto, l’Anticristo è il denaro, la proprietà privata e le loro conseguenze, ogni forma di potere come la politica, il sesso, la competizione. E’ la spinta al ripetuto peccato originale, la prevaricazione delle Leggi Universali. Non c’è il “voglio fare così”, perché quel che è, è, e deve essere fatto così come deve essere fatto secondo il Volere dell’UNO.

    “Come siamo ipocriti e presuntuosi alla riconquista del peccato originale!”-

    l’Evoluzione è da Reciproca collaborazione, non da competizione.

    Chi cerca scuse, varianti che distorcano la purezza delle Leggi, è subanimale.

    Solo la severa ubbidienza e cosciente accettazione delle Leggi Universali può far comprendere l’Amore vero, tutto il resto inventato dall’uomo non ha nulla a che fare con l’amore.

    Se vogliamo riflettere questo sul modo di vivere odierno, categoricamente posso fare risaltare ai dormienti che:

    . Le informazioni che riceviamo non sono reali, ma costruite per l’interesse di alcune caste; ci

    alienano, ci disinformano,  distolgono l’attenzione da ciò che è importante e necessario alla sopravvivenza. Da corridoi di colleghi giornalisti si dice che i poteri economici, politici, militari, si permettono di vessare il popolo perché la maggior parte della popolazione subisce supinamente, o meglio, lo fa in cambio di favoritismi. Comunque ricordo una frase del Machiavelli: “è il popolo che elegge, ed ha i governati che si merita”.

    . L’uso e la fabbricazione di denaro, armi, è al servizio dei poteri forti umani, piccolo manipolo di

       indefinibili anticristi, mentre continuano a morire miliardi di persone di fame e violenza.

    . Siamo prossimi al punto in cui i non dormienti verranno detti rivoltosi e verranno perseguitati.

    . ADN Kronos: “Nel 2015 in Italia si sono suicidate 4.000 persone” Molti usando l’ultima libertà

      che gli rimane per non poter soddisfare i fagocitatori di denaro.

    . I responsabili di governo dicono che gli elettori non devono votare le decisioni di legge, che

      possono essere prese solo dai governanti - e dai loro stessi “governanti”.

    . Prof. Prodi: “Con l’arrivo dell’Euro la Lira è stata svalutata del 600%”, mentre gli stipendi sono

      rimasti   gli stessi ed il popolo può morire (Allora lo sapevano!).   Gli egemoni economico

      politici  se la fanno, se la cantano,  decidono per gli altri che sono utili solo per servirli.

    . Il Sistema che impone la legge marziale di schiavitù, favorisce sempre la banche vampire,

      togliendo sempre più i bisogni primari di sopravvivenza alle popolazioni.

    . “La verità sulla violenza ed il terrorismo va ricercata nell’ambito di chi è in lotta per il potere economico e politico del mondo.”

    “La ragione del silenzio dei governi, è facile da comprendere. I governi sono nelle mani di forze coercitive, cioè di coloro che non vogliono far conoscere la verità alle masse, altrimenti perderebbero il loro predominio sulle anime e sulle cose. Ma non solo per questo, anche perché i poteri materiali vorrebbero impedire alla posterità spirituale di suscitare Amore dove vi è odio, la Pace dove vi è la guerra, la Giustizia dove vi è ingiustizia, e sappiamo molto bene che ciò non fa piacere agli empi.”

     

    Queste non sono interpretazioni ma realtà di autodistruzione umana terrestre, per autocancellarsi dall’ “essere”, ma non dimentichiamo:
    . “I piccoli moriranno insieme ai potenti” , nessuno escluso. (Fatima, 3° messaggio)

    . La Legge fondamentale di Causa-Effetto, dice che ad ogni causa corrispondono gli effetti, e per

       curare gli effetti c’è una unica soluzione:  eliminare la Causa!

    E’ illogico, in ogni angolatura umana, spendere immani risorse per pensare inutilmente di curare gli effetti, è come prendere un antidolorifico e non il medicamento che elimina l’infezione.

    E’ per questo che avremmo dovuto da tanto tempo ubbidire alle LEGGI.

    Le Leggi Universali preesistevano la comparsa dell’uomo sulla Terra, hanno fondamento nelle Leggi del Padre e, nel compendio delle Leggi del nuovo patto portate dal Figlio Cristo, ad una umanità che avrebbe dovuto essere pronta ad accettare la Redenzione attraverso il principio dell’Amore Universale che avrebbe riportato l’uomo sul Piano Superiore della quarta dimensione. Ma l’uomo ha preferito tornare indietro, crocifiggendo il Cristo ha condannato se stesso.

    Crucifigi!

    Ma cosa abbiamo capito?

    In quel tempo hanno pensato di mettere a morte un uomo, un rivoluzionario contro il governo, un fondatore di una nuova religione contro il potere religioso di quel tempo?

    Non si è voluto capire, né si è mai voluto comprendere neanche oggi che non esiste né antica né nuova religione se non la Eterna Verità ripetutaci da Gesù Cristo e dagli Inviati Celesti che non erano di questo mondo, e che si sono conclusi con la dipartita di Eugenio Siragusa.

    Rivolgiamo qualche  domanda  al Sole, ai Suoi Geni Creatori di vita, o alla Terra Madre che fa sbocciare e culla la vita di ogni essere vivente:

    Chi è l’uomo?

    “Una nostra creatura”

    Di cosa vive ogni essere vivente?

    “Di ciò che Noi diamo loro e che possiamo anche togliere”

    Perché vive l’uomo?

    “Per sperimentare, su nostra partecipazione, migliori stati di coscienza e di evoluzione”

    Ma l’uomo crede di essere lui l’artefice della vita e di possederla.

    “L’uomo non può possedere nulla, neanche se stesso”

    Lo avrebbe dovuto capire da tanto tempo, ma ha scelto di abusare del libero arbitrio oltre il limite concessogli dalle Leggi del Sole e della Galassia. Questo limite è stato superato, non può più sfuggire. Anche se ha ricevuto informazioni, volente o nolente, delle Leggi che regolano la Vita in questa dimensione, da inviati Celesti fattisi uomini, ha  sempre fatto prevalere la sopraffazione, le guerre, ha inventato il denaro e proprietà per dominare con leggi proprie.

     Ma la Legge del Padre è UNA e cristallina.

    A completamento della Legge, per probabile evoluzione dell’uomo terrestre, il Figlio ha insegnato - Ama il prossimo come te stesso -. Per “prossimo” si intendono uomini, animali, vegetali,  minerali

    E quest’uomo ha fatto proprio il contrario: molti uomini hanno sempre pensato di ridurre al proprio uso e consumo le risorse naturali ed i propri simili, con il denaro.

    “Nulla  appartiene all’uomo.Dice la Legislazione Universale: “Fatevi tesori in cielo e non in Terra. Tutto ciò che viene elargito come possibilità di vita, non appartiene a nessuno. Se alcuni uomini credono di avere concentrato le risorse, queste non appartengono a nessuno ma a tutti, secondo la Legge –Il necessario a tutti ed il superfluo a nessuno-.

    Accumulare denaro, proprietà e potere sugli altri è contro la Legge. Dovranno rivedere questa loro disubbidienza con la seconda morte”.

     “La vita è molto più importante del senso che voi terrestri le date. È attraverso di essa che espletate le opere che istruiscono una collaborazione nell’economia creativa. Colui che si uccide, sarà costretto a desiderare la vita e non poterla avere. Errerà per molto, molto tempo in costernazione e tribolazione”. Questa è la seconda morte, quella dello spirito.

    Dunque, rifacendoci agli insegnamenti che non sono indicazioni ma ordini di vita, ecco perché hanno messo in croce il Cristo, a modo loro, per eliminare la possibile liberazione dell’uomo con la conoscenza della Verità, definita sia nella Persona che negli Insegnamenti o Comandamenti.

    “Gli insegnamenti eterni, sono e restano le Leggi Universali”.

    Rammemoriamoci con piccoli appunti quali sono i Codici della Legge:

    Dio è Amore, difeso dalla Giustizia delle Sue Leggi.

    . “Né Pace né Progresso senza Giustizia divina”. Solo distribuendo equamente e con giustizia  ogni cosa che è del Tutto, potrà regnare la Pace ed il Bene.

    La Giustizia divina è l’Ordine di ogni cosa”. Gioco di Amore è gioco di Intelligenza, è gioco di Dio. Dio è Amore, Dio è Legge, la Legge è Amore.

     “Se uno di voi persevera nella devozione e si sforzerà di comprendere la Natura di Dio,

     Egli ed Egli solo potrà mutare il suo destino e lo farà strumento Suo”.

    Questa è la Misericordia del Padre, altrimenti:

    1971 - “Vi porrò in prova sino a quando vi convincerete del mio diritto di essere amato secondo la Legge della Verità che è Luce di Giustizia, di Pace e di fraterno Bene Universale. Vi tenterò e vi consumerò nel dolore sino al giorno che sarete al mio cospetto, purificati e coscienti di essere parte di me stesso. Vi riprenderò con la mia giustizia, affinché sappiate che vi amo e che voglio vivere in voi in letizia di carne e di spirito. Quando voi soffrite, anch’io soffro e spero di vedere la luce dei vostri occhi immersa nell’aura della mia eterna felicità. Il mio tempo è l’eternità: voi siete eterni! Non potete morire, nemmeno se lo desiderate: ecco perché un giorno o l’altro vi convincerete!”

    Dio offre, non impone, ma ha tutto il diritto di dirci:

    “Temete, se non Mi amate; temete la Mia santa ira. Mi sono riservato il giorno: ricordatelo! Potevate rinascere nella Mia luce e non avete voluto. Potevate possedere la luce delle Mie divine grazie ed avete rifiutato, potevate amare tutto ciò che ho messo al servizio della vostra operosa esistenza e ne avete fatto scempio. Avete solo l’orgoglio di essere contro di Me, contro le Leggi che istruiscono l’eterna armonia della Mia vivente natura”.

     

    Rifacciamo dunque la Sintesi delle LEGGI UNICHE:

     . “Tutto è spiritoin quanto Dio è onnipresente. Vi è lo spirito collettivo del vivente nelle dimensioni inferiori all'uomo, nelle quali non vi è libero arbitrio, mentre nell'uomo, portatore dell'Ego Sum, vi è lo spirito individuale, operatore nel libero arbitrio fino al limite della sua prevaricazione della legge che governa l'equilibrio e l'esigenza dell'economia creativa, simile ad un flusso senza inizio né fine. Ad ogni spirito chiamato sia data la possibilità di mettere in pratica la Virtù del Discernimento.

    . Libero arbitrio. Ci sono le scelte dello spirito e le scelte della carne.  

    “Vogliamo scegliere così come ci pare”, dicono i benestanti economici, così come i loro genitori che gli hanno lascito le ricchezze. I benestanti per proprietà o lauti compensi elargiti come stipendio o pensione non possono reagire dicendo “Non abbiamo rubato”.

    I beni materiali appartengono a tutti e a nessuno. Ma  a questa coscienza ci si può accedere solo quando si passa dall’animale all’uomo, col rispetto della Giustizia Universale.

    Perché questo Sistema, che ha creato i poveri, è quello che non permette ai figli dei poveri a non poter studiare ed operare socialmente, dimostrando di essere anche migliori dei ricchi. E’ perverso.

    C’è La libertà di vivere secondo le Leggi di Dio o di vivere secondo le leggi dell’uomo. Ma non si può conquistare la libertà della evoluzione reagendo contro le Leggi Superiori della Libertà.

    . “La verità è la vera libertà dello spirito e del cuore. Cercate la Verità e sarete liberi come noi. La verità ama asciugare il sudore dell’amore che cerca l’amore. Solo con la totale abnegazione la divina luce che è, in sé si rivela. La verità si conquista con sacrificio, sentimento di giustizia, di pace, di amore, di fratellanza.”

     Solo la Verità fa liberi, liberi davvero (una Verità che non si vende e non si compra)

    . “La Vita nel Cosmo è Una e la Verità è Una, anche se le manifestazioni sono poliedriche.

     La legge dell’Amore e della Giustizia Divina è Una ed immutabile.”

    “Le speculazioni religiose, teologiche e dogmatiche impacciano lo spirito. Per Noi esiste la Verità,   esiste l’Archetipo del Tutto che si manifesta in mille modi, ma tutti siamo parte inscindibile della  Natura Eterna di Dio. Non vi abbiamo portato religioni ma Conoscenza. La Verità può essere  posseduta solo con gli alti valori del sentimento di Giustizia, Pace, Amore, Fratellanza ”. La Verità della Legge E’, perché è in COLUI CHE E’, la Via, la Verità, la Vita, perché in Lei noi Viviamo”.

    Essere liberi non vuol dire fare quello che si vuole per assecondare i desideri e soddisfarli, egoisticamente e materialmente. Significa principalmente conoscere la Verità, le Leggi, l’Amore altruistico, assecondare il bene che lo spirito vuole donare senza nulla chiedere, senza condizioni o coercizioni. Vuol dire entrare e vivere in comunione per la realizzazione dei valori dell’armonia e della conoscenza che ci concede di essere coscienti, per amare il prossimo come noi stessi.”

    Ama il prossimo come te stesso è in Libertà, uguaglianza, fratellanza.

    . L’Amore fraterno: Ama il prossimo tuo come te stesso. “L’uguaglianza fraterna è un Ordine di vita nell’Universo”. Esistono nel Cosmo forze ed abitacoli fisici e forze ed abitacoli astrali, servizievoli, in un reciproco dare ed avere.

    “Non conservare nulla. Dove andrai non troverai altro che tribolazione per aver tolto al prossimo tuo.” “Nell’Economia Creativa ogni attività operativa dell’Intelligenza è subordinata ad una ferrea Legge di Dare e di Avere. L’umanità di questo Pianeta è lo strumento dell’Intelligenza operante nella terza dimensione, ed il suo compito dovrebbe essere quello di operare in conformità alla Legge che governa i valori costruttivi e coordinativi dell’energia materializzante. Le sette dimensioni che istruiscono l’eterna economia del Cosmo, sono indissolubilmente legate l’una all’altra da una collaborazione che è possibile immaginare e intuire, se l’uomo arriverà a comprendere la sua immagine ad immagine e somiglianza di Dio.”

    . Si è per servire,non per essere serviti, tutti. E’ dando che si ricevenel destino che verrà.

    . Legge di Reincarnazione.Nella legge della reincarnazione vi è l’infinita Misericordia del Padre.

    La Legge di Reincarnazione permette la evoluzione nel corso della “scuola della vita”. In uno scenario fatto di tante vite scelte dall’uomo stesso, ci fa liberi dalle illusioni della materia e ci “conduce”, ci “redime”.

    “Dio, nel Programma Cosmico, ci semina lontano e ci da la possibilità di ricrescere per tornare a Lui come frutti maturi. Il ciclo delle stagioni, della risemina e della raccolta, sono il ciclo delle reincarnazioni, una spirale che diventa iperbole in proiezione evolutiva. Quanto è prezioso accumulare il Bene della Conoscenza nel breve tempo delle singole incarnazioni!

    La sperimentazione e l’acquisizione della verità dei valori binari della dimensione spazio-tempo, materia-spirito, vita-morte, avrebbero dovuto farvi pienamente coscienti di ciò che è utile od inutile alla vostra esistenza. Ma voi preferite ripetere le esperienze vissute da cui sono sortite le disgrazie più sconvolgenti”.

    Tutto avviene automaticamente, ciò che abbiamo fatto ce lo ritroveremo e, se abbiamo trasgredito cioè non Ubbidito alle leggi dello Spirito, pagheremo. “Occhio per Occhio”, ognuno avrà il suo. Se fossimo coscienti di questa Legge del Padre, ci penseremmo mille volte prima di commettere un errore.“Non è eterna né la vita che viviamo né il ciclo delle incarnazioni. Bisogna avere il coraggio di conoscere ciò che rimarrebbe inconoscibile stando dentro le ristrette mura della cittadella: al di là di questa dimensione, di questo spazio, di questo tempo.”

    “Hanno da temere dalla Celeste Giustizia tutti coloro che hanno preferito non ravvedersi ed ignorare i reali valori del Bene Universale; valori che sono i soli fautori della libertà e della salvezza eterne. Costoro penseranno di dover solo morire e di finire, così in brevissimo tempo, gli effetti delle loro cause. Ma costoro ignorano che gli effetti delle loro cause saranno i terribili lacci che trasporteranno i loro perversi spiriti in un mondo tenebroso e pieno di insidie, dove le sofferenze avranno la carica dei valori primordiali della materia e dove la vita si spegne attraverso il lungo tempo della sublimazione coercitiva della legge purificatrice. Non vi è appello per costoro, ma un’autorassegnazione capace di spingere le loro coscienze decadute, verso il nuovo inizio, da dove ricominceranno la dolorosa ascesa per la riconquista del bene perduto. Le pratiche per l’edificazione di questa sentenza di condanna e di salvezza sono nelle menti degli Uomini-Angeli che, oggi più che mai, operano e vivono sulla Terra in mezzo egli uomini. Nessuno sa chi sono, da dove sono venuti e che potenza posseggono. In verità è in Loro la potenza di consolare, di distruggere e di edificare. È la Celeste Milizia del Padre Creativo, illuminata dalla Sapienza della Sua Giustizia e del Suo Amore. L’energia che muove gli Universi è la loro forza. La Volontà del Padre creativo è la Loro unica Legge. L’Amore Universale è la sola fonte che li spinge all’Opera. In queste sublimi espressioni di Francescana memoria, alita la loro verace natura vivente: ‘Oh Signore, dove sono le tenebre fa ch’io porti la Luce.’ E, in verità, i portatori di Luce, i custodi di ogni tempo e di ogni generazione sono all’opera per la realizzazione dei profetizzati disegni che nessuno, tranne il Creatore, potrà mai mutare. ‘Non v’è pace per gli empi dice l’Eterno.”

    Nella realtà della reincarnazione, l’uomo fa parte di un gioco infinito, dominato dalla Legge.

    Noi vi mostriamo le Leggi che determinano la possibilità di essere reintegrati nella dimensione migliore e felice. Sino a quando non vi predisponete al superamento degli avversi effetti e degli istinti malvagi che vi animano, non vi sarà altra possibilità all’infuori di quella in cui vi trovate.”

    . “È attraverso le onde progressive del libero arbitrio che realizziamo nel tempo le Leggi Naturali Celesti della evoluzione spirituale, è una realtà dello spirito vivente.

    Le Leggi sono ferree e invalicabili e, questo, fino all’esaurimento degli effetti che l’entità spirituale ha accumulato durante la sperimentazione sul piano fisico. In questo caso si identificano tutte quelle entità spirituali che hanno gravi effetti da modificare.”

    Quando rinasciamo su di un Pianeta, questo ci presta il suo materiale per costruirci una casa secondo i suoi parametri. La forma è la via attraverso cui si esprime la vita e l’intelligenza. Mentre tutte le forme si esprimono nel loro particolare campo di attività, l’uomo è una forma evoluta capace di esprimere lo stato più elevato dell’Intelligenza divina”.

    O sarebbe dovuto essere, perché : La realtà vivente dell’uomo è Trina: corpo, anima , spirito, e la realtà spirituale dell’uomo è protesa verso la Coscienza Cosmica

    . La realtà della famiglia è padre, madre, figlio. Non dividere ciò che Dio ha unito.

    “L’archetipo è uno e androgeno. L’uomo e la donna sono ambedue realtà dell’unità scissa in trinità. L’uomo è il “Tao”: padre e figlio; la donna è il suo completamento, ma sempre facente parte dell’unità. Il maschio e la femmina sono gli strumenti della moltiplicazione dell’unità. Sia l’uno che l’altra posseggono i medesimi attributi divini, con compiti diversi ma con uguali diritti.”

    Il matrimonio è un sacramento che scaturisce dalla legge stessa della vita e del suo divenire, ma deve essere l’unione degli spiriti, con due ruoli diversi.

    “Il maschio non faccia la femmina e la femmina non faccia il maschio; l’uomo non vesta come la

      donna e la donna non vesta come l’uomo.”

    Omosessualità? Di quale amore vorreste parlare? La società si è a evoluta? Le leggi le fa la maggioranza dei governanti?  E’ una devianza biologica, tra gli effetti del peccato originale.

    Alcuni studiosi hanno scoperto come il fenomeno degli esseri “viventi” dipenda da flussi energetici sempre più sottili, e che negli organismi ci siano informazioni codificate secondo simbologie universali:  è un “richiamo” al rispetto delle Leggi Universali. Ma intanto quest’uomo vuole “fare da sé”. Anche le alterazioni genetiche provocano ermafroditismo.

    Alla deviazione biologica, oltre che dal tenore di vita infantile, fa capo la deviazione del DNA e dell’RNA, strutture vibranti tridimensionali come genomi non solo nucleinici ma a campo energetico, disturbate sempre più da onde elettromagnetiche, forze ioniche, alimenti OGM, dai prodotti delle Scie chimiche, dai nuovi composti dei vaccini. Si avvelenano i geni di struttura ma ancor più i geni dei campi energetici.

    Se le cellule e gli organismi mutano, diventano cancro, e questo è l’umanoide oggi, sia fisicamente che psicoenergeticamente, con abbandono dell’Ego Sum, la perdita della Genetica superiore, per lasciare il posto alla scienza antropocentrista, sovvertendo le basi della vita.

    . L’Eutanasia, un diritto che non compete all’uomo.

    .TrapiantiTogliere un organo vitale prima del terzo giorno comporta un irreparabile danno al trapassato. Egli viene privato dell’indispensabile necessità di poter concepire l’esperienza e di trasferirla sul piano animico‑spirituale dove risiedono tutte le altre esperienze vissute”.

     “ … terribili delitti animico-spirituali. È la legge del “rigetto” o meglio, dell’incompatibilità del carattere insito nelle strutture energetiche di un organo rispetto l’altro. Non interveniamo drasticamente per mutare radicalmente queste negative situazioni che affliggono la vostra umana natura perché è la vostra ostinatezza ad impedirci di farlo in quanto non volete creare i presupposti da noi richiesti”.

    . La Clonazionenon può che generare corpi, mostri senz’anima: anarchia rispetto alle Leggi Universali.

    . Le staminaliprendono ordini dal DNA energetico delle cellule circostanti, mentre le cellule

      embrionali prendono ordini dall’aura dell’embrione astrale.

    . La Follia della Psiche.

    “L’isterismo astrale è la insufficienza di dinamismo psichico dovuto ad eccessivo assorbimento di relazioni sensoriali sui piani tridimensionali psicofisici. Insorgono distonie, collassi neurocerebrali con indebolimento del labirinto nervoso.”

    “Quando sono assenti i valori della correttezza e della fraterna comprensione, il disordine psicofisico è inevitabile e la sorgente della disarmonia inarrestabile”.

    “La vostra progressiva degenerazione fisica e psichica ha già innescato quanto vi avevamo annunciato: l’Harbar, la peste dei neuroni del cervello.

    Questa follia è un morbo che fa perdere l’intelligenza, la coscienza spirituale.

    . L’uomo non inventa nulla.“La scienza, in realtà, è l’arte di produrre le cose attraverso il potere della reminiscente intelligenza esterna che è insita nello spirito dell’essere. Le macchine e tutte le altre cose che l’uomo ha realizzato sulla Terra, non sono inventate, ma riprodotte e rese tali dall’attiva ed operosa presenza di immagini-pensiero esistenti in una dimensione assai diversa. Ciò che l’uomo edifica è già stato edificato ed è sempre esistito.”

     “La scienza senza coscienza sta provocando i presupposti ideali per spingere gli esseri umani alla rinuncia dei valori genetici a suo tempo innestati per fare l’uomo ad immagine e somiglianza di Dio”.  Questo uomo tecnologico vive in ubbidienza ad una legge che non c’è, mentre sfugge alla vera Legge.

    “Esiste una relazione indissolubile tra Elementi e Sviluppo Biofisico, per cui non è possibile una armonizzazione evolutiva biofisica senza il perfetto equilibrio degli Elementi costituenti la norma primaria e fondamentale. Slegare l’esistenza dei valori primari, è uccidere l’esistenza, la sopravvivenza. Le anomalie dei Valori Primari creano incompatibilità, destabilizzazione e quindi rigetto della vita. Se la vostra scienza è a conoscenza di ciò e non si adopera per impedire che si raggiunga il punto ipercaotico, l’umanità del vostro Pianeta è destinata ad un grave, irreparabile collasso.”

    . L’inquinamento, ormai possiamo dire che tutto è sempre più tossico, una mostruosa catena di catastrofici effetti che provocano l’intervento delle Leggi che vigilano il Creato.

    CAUSA-EFFETTO. “La Legge di Cause e di effetti non può essere travalicata dal vostro libero arbitrio. Non medicate gli effetti, dovete curare e cause”.

    1971 - La Naturaè ai limiti della sopportazione:“Esiste un legame indissolubile tra i valori dinamici degli elementiche costituiscono le strutture vitali del vostro Pianeta e i dinamismi

    bio-fisici-psichici che costituiscono le vostre strutture vitali. Esiste altresì un dare e un avere che voi, uomini della Terra, continuate ad ignorare, procurando un non-dare e un non-avere e, per conseguenza, un disquilibrio di rapporti, una distonia nei diritti e nei doveri tra il Creante ed il Creato. La Forza Onnicreante è in ogni istante presente e governante. Se sarete nell’ambito della sua legge e se opererete secondo i principi sanciti in un patto che non dovreste ulteriormente ignorare, anche il più feroce degli animali vi leccherebbe le mani e convivrebbe con la vostra pace.

    Gli Elementi primari, Zigos, sarebbero i vostri amici ed i vostri più abili collaboratori per una ascesa evolutiva rapida e felice.”

    “Mettete ogni cosa al suo giusto posto”. NO AL NUCLEARE!;NO alle elaborazioni del subatomico e dell’intracellulare, per primo ilDNA; NO alla disgregazione degli equilibri elementali, della famiglia come prima cellula della civiltà evoluta; NO alle discriminazioni sociali.

    “Ogni razza ha la sua intelligenza e la discriminazione è un crimine molto serio contro la Legge Cosmica”.

     “Le Leggi non consentono a qualsiasi tipo di intelligenza di essere violate. Evitate di sconvolgere e separare quanto non può essere nell’Ordine e negli Equilibri macrocosmici.  Gli Zigos sono in grado di percepire il vostro stato vibratorio, sia esso negativo o positivo e in conseguenza agiscono, proponendo cause ed effetti negativi o positivi”.

    “Il fuoco, l’aria, l’acqua e la terra, non vi daranno tregua sino al giorno in cui comprenderete che questi sono parte inscindibile dello spirito creativo del Cosmo. Gli Zigos, custodi vigili dell’armonia creativa, esecutori infallibili della giustizia universale, sono sulla Terra per impedire all’uomo di slegare ciò che Dio ha legato.”

    . La differenza tra gli esseri viventi nel Cosmo, è dovuta esclusivamente alla evoluzione spirituale, alla capacità sintonica ricettiva, intuitiva, di sondare l’Assoluto, lo Spirito Eterno, che è un tutt’uno con la creazione materiale in evoluzione, dove ogni intelligenza individuale può divenire partecipe alla libertà evolutiva, perché l’evoluzione è la più grande libertà.

    È incredibile come l’uomo voglia sfuggire a se stesso, e reagisca con disinteresse al concetto di essere luce, anima, spirito. Non si vuole rendere conto che sono parole chiave che sintetizzano la sua vera essenza.“Per gli ET l’uomo è un animale da educare e rendere cosciente della sua reale personalità e del suo contributo all’Economia Creativa del Cosmo.”

    Il rigetto della nostra possibile integrazione universale è la mancata volontà di coscienza della realtà della vita nell’Universo, anzi, la controinformazione.

    . Autorealizzazione“L’uomo che realizza la sua identità astrale diventa cosciente di essere immagine e somiglianza del suo Creatore. Conosce la verità, diventa libero ma libero davvero, e diviene così cittadino del Cosmo.”

    “L’uomo, questo cosmo in miniatura, padrone del tempo e dello spazio, ancora cieco e sordo, per non aver ancora saputo essere ciò che realmente è: L’energia materializzata, la Luce vivente di Colui che È.” “Essere coscienti in Dio vuol dire programmare la propria vita con i postulati che Gesù Cristo ci ha insegnato. L’uomo ha due modi per percorrere il sentiero della Conoscenza che egli stesso ha scelto: la conoscenza del Bene attraverso la sofferenza per eccesso o per difetto, o tramite l’equilibrio dei valori del positivo e del negativo”.

    In questo gioco di coscienza della operosità divina della vita nostra, di corpo, di sensi, la realtà per ognuno è lì dove può arrivare; capisce quello che riesce nell’interazione col contesto generale, delle sue leggi, in rapporto alla natura, al destino.

     “Fino a quando non realizzerete la Verità che vi è stata concessa dal Genio Solare Cristo, sarete

    ‘i morti che sotterrano i morti’. Sino a quando rifiuterete di esser liberi nella Vera Legge dell’Amore e della Giustizia che vi è stata offerta dalla suprema Intelligenza Creativa, rimarrete ancora a lungo prigionieri del tempo e dello spazio. Il valore apparente della eterna, radiosa e sublime verità, sarà la vostra cella, e limitata la vostra felicità.”

    La Trinità spiegata:

    “Dioillumina Cristo, Cristo illumina Gesù, Gesù illumina l’uomo, che non è cosciente della Verità. L’uomo della Terra ha ricevuto da Gesù Cristo la forza iniziale della volontà ascensionale.”

    Il Cristo è venuto per completare la Legge del Padre, portando la Legge dell’Amore, la chiave per uscire dalla prigione. E questa somiglianza ha la Sua Stessa Natura Trina: Padre, Cristo (Figlio di Dio), Gesù (figlio dell’uomo), che sono: Idea Cosmica pensante, Idea Creante o energia, Idea Creata o uomo planetario, cioè spirito-energia-corpo.

    Chi è dunque Dio? Cosa si intende per Logos Divino nella Gerarchia cosmica?:

    Il Dio del Sistema Solare ha Logos nel Sole.

    Il Dio della Galassia risplende dal Nucleo Manassico.

    Il Dio di tutte le Galassie è l’Immanente Pensiero Cosmico.

    . Chi sono gli Elohim. Esseri Solari della quinta dimensione, “Creatori di forma e sostanza.”

    “C’è un Consiglio Galattico che si chiama ‘Coordinatori della Legge Suprema’. Sono coloro che programmano ciò che l’Intelligenza Divina propone, affinché la Legge si manifesti nell’intelligenza degli strumenti che operano per il continuo divenire della natura spirituale e materiale dell’Essere Macrocosmico.”

    “L’uomo è la risultante di tre valori dimensionali: lo spirito, l’anima e il corpo. E’ la collaborazione di tre dimensionalità mutabili od immutabili ma sempre eterne.

    Non può essere né sarà mai l’uomo, né intere popolazioni che si credono civilizzate, a cambiare né trasgredire la LEGGE, così come si vorrebbe credere.

    La Civiltà dovrebbe essere in stretta consonanza con l’evoluzione, non di volontà umane, ma della conoscenza e quindi Coscienza delle Leggi dello Spirito”.

    . Le forze negative e positive: Forze complementari di una Legge che gli uomini del Pianeta Terra sconoscono ancora. È in pieno corso una lotta con valori vibratori eccezionali tra questi due componenti. I cervelli degli uomini vengono investiti e, inevitabilmente, condizionati dai valori della prima componente, se le strutture neuroniche si trovano in fase di negatività o di squilibrio, dalla seconda componente se le strutture neuroniche si trovano in fase di positività o equilibrio. La scelta del potere dominante distruttivo ricade sempre su coloro che rivestono qualità prettamente materialistiche, egoistiche e di bassa sensorialità. Diversa o opposta, è la scelta del potere dominante edificativo che ricade su coloro che rivestono qualità più strutturali che materiali, più altruistiche che egoistiche e di alta sensorialità astrale. Questa è la battaglia tra il Bene ed il male; una lotta necessaria per una selezione precisa, per una scelta di qualità incorruttibile. Queste due componenti in conflitto sono valori complementari scaturenti dalla ferrea Legge evolutiva che governa il Cosmo.”

    . “Dagli ET ai divulgatori delle nostre verità: Date senza nulla chiedere... Non siamo, nel modo più assoluto, con chi, sfruttando le conoscenze degli illuminati e dei segnati, trae motivo di lucro e commercia senza scrupoli”.

    La verità non si vende e non si compra e, così come la si riceve la si deve donare.”

    “Voi terrestri siete ancora strumenti esecutivi e non direttivi. I vostri poteri esecutivi sul piano materiale in cui la vostra intelligenza è operante, non sono affatto conformi al volere direttivo, anzi tutt’altro. Vi opponete, vi rifiutate di accettare le supreme leggi degli strumenti direttivi, in grado di governare le cose create con le virtù e la saggezza dell’Intelligenza Cosmica. Ecco la necessità del contattato, di colui che accetta con annessi e connessi, di eseguire coscientemente ed incorruttibilmente il volere dell’Alto, per fare quello che deve fare, per dire quello che deve dire.”

    Operatori con programmazioni diverse. ”I nostri operatori che svolgono attività sul vostro pianeta, per un fine ben preciso, ricevono la programmazione attraverso canali diversi, perché diverse sono le direttive della loro operosità.”

    L’apocalisse vuole esprimere una severa e meticolosa selezione della classe umana vivente sulla Terra e una rinascita particolarmente elaborata, di esseri capaci di istruire nuove strutture per l’instaurazione di una Super-Civiltà corroborata da incorruttibili ideali di ‘fratellanza’ in un luce di rigida giustizia universale.”

    Per ogni cosa si possono inventare teorie usando terminologie religiose, scientifiche, etico naturalistiche, olistiche, ma non cambia nulla, perché la Verità è solo UNA che riunifica ogni realtà in una sostanza: la legge dello spirito, dell’amore verso tutto l’insieme. Non ubbidendo a questo che è il fondamento, si soccombe. La Legge vigente nel Cosmo è “Ama il Prossimo come te stesso”.

    Nella nostra storia, abbiamo voluto complicare l’ordine naturale delle cose, adeguarlo alla nostra logica contrastante con la presunzione di sentirci più intelligenti, ma la “chiave” della conoscenza passa inequivocabilmente da quella soglia: cosa non dovevi fare e cosa puoi fare per passare oltre.

    Non può essere nè sarà mai l’uomo, né intere popolazioni che si credono civilizzate, a cambiare né trasgredire la Legge, così come si vorrebbe credere. La Civiltà dovrebbe essere in stretta consonanza con l’evoluzione, non di volontà umane, ma della conoscenza e quindi Coscienza delle Leggi dello spirito.

                                                                                                                   Orazio Valenti

  • Eugenio mi ha fatto vedere

    Author Orazio Valenti

    Eugenio mi ha fatto vedere.

    Su questo sito ufficiale, www.eugeniosiragusa.it, il 27 Agosto, non ho “ricordato” il decennale della dipartita di Eugenio, perché lui non è affatto “partito”, ma è dietro una “Tenda”, invisibile.

    Proprio la notte del recente terremoto che ha scosso il centro Italia, alla stessa ora, mi ha chiamato in astrale e mi ha indicato fatti che confermano la grande tristezza.

     

    Comunico fraternamente a chi è nel sentiero.

    Prima  mi ha fatto vedere che le pecore tremanti si erano smarrite, erano andate in ogni dove pensando alle loro cose, poi ho visto un tribunale fra pareti diroccate in cui era

    prontol’esame finale, quello che si suole chiamare giudizio, e chiedeva ad ognuno:

    Cosa hai fatto? Hai trasmesso i miei insegnamenti, i messaggi? Hai preparato la tua anima?

    Ho visto che il giudice era lui, l’Inviato del Padre.

    Qualcuno rovistava tra le carte sparse sul tavolo, cercando una giustificazione.

    E coloro che hanno subdolamente usato rubare i suoi concetti per esprimerli in vanagloria  e tornaconti personali, senza ripetere pubblicamente sempre più “grazie ad Eugenio” per le conoscenze ricevute con amore fraterno, si sono smarriti più degli altri.

    Non potremo dire “Non sapevo”.

    Quando continuo a vedere i bambini agonizzanti in ogni parte del Pianeta a causa di guerre o di fenomeni naturali voluti dall’uomo assassino; quando negli incontri con chi vorrebbe chiarirsi le idee e dopo mi dice che è difficile cambiare la propria coscienza di vita pratica perché viviamo in questo “sistema”; quando mi si allargano le braccia e mi si stringe il cuore … allora penso al Maestro Gesù: “Verrò come un ladro nella notte”.

    “Per conoscenza delle Future generazioni”
    Psicologicamente schiavi in Occidente.
    Psicologicamente schiavi in Oriente, a sud e a nord del pianeta Terra.
    Così sono dominati i popoli, cosi vengono strumentalizzati ed aizzati gli uni contro gli altri.
    Con questa sottile, diabolica metodologia, gli esseri che abitano La Terra sono privi di pace, di giustizia e di fraterno amore. “Il fratello contro il fratello, il padre contro il figlio” in una lotta sanguinaria, violenta!
    I tiranni del XX secolo banchettano, ridono e si stringono le mani, tra un sorriso e l’altro, tra un caviale e succulenti pasticci. Per costoro la fame non esiste e non esistono scandali, privazioni amoralistiche. Per costoro tutto è lecito, impunibile! Rubano, ordinano di uccidere chi non gli fa comodo, chi giustamente li accusa e tenta di far cadere dalle loro facce il velo di Maya che copre le loro nefandezze. I giusti, i buoni, soccombono! La storia ce lo insegna.
    Però!... C’è qualcuno che sta provvedendo per cambiare le cose...” Vedremo!”
    Eugenio Siragusa

    L’umanità? Ha scelto diversamente. Ma lui ha piantato i semi dell’apertura al risveglio che resteranno nelle anime di coloro che seguiranno i più svariati destini alla fine di questa vita.

    E’ vero che la vita continua, come sempre, ed ognuno secondo il proprio libero arbitrio.( ma il libero arbitrio è relativo). 

    Non esiste vuoto né stasi. Non ho mai inteso essere pessimista né catastrofista nel teatro del Divenire di ogni cosa, di ogni essere. Ho invece desiderato condurre verso la introspezione, dietro le quinte di questo straordinario ed infinito teatro planetario, quale sia la realtà relativa e quelle assoluta.

    Con tutti i miei errori umani ma con passione e sensibilità, è stato sempre mio intento rendere partecipi a quella migliore coscienza ispirata da Esseri Superiori a noi, per aprire gli occhi dell’anima e della Intelligenza Spirituale verso i più veri orizzonti dell’umano cammino.

    Così come l’Essere Uno è presente in ogni atomo di ogni cosa, e lo è in Intelligenza, in energia, in animosità e fra i cristalli della materia, ugualmente ogni atomo del Cosmo riflette la sua onnipresenza, in modo che “Ciò che sta in basso sta in alto e viceversa”. 

    Siamo a Sua immagine e somiglianza?

    Per dedicarci a quale finalità della nostra esistenza?

    Le Leggi del Cosmo, nella Sua infinita Armonia, Sono!

    Così come esistono, Sono.

    Ogni Legge della Galassia, va rispettata nel suo ambito dimensionale.

    E così esistono le Leggi del nostro Sistema Solare. Leggi di vita possibile, di collaborazione evolutiva, quindi di amore fraterno, tra ogni atomo ed ogni organismo vivente. Non esistono Leggi imposte da un dittatore, sono Naturalissimi principi di Ecologia e di Economia Cosmica.

    Se vogliamo sopravvivere, in equilibrio con l’Ambiente dimensionale in cui viviamo, o si vive rispettando le Leggi Cosmiche o si soccombe.

    Ecco che è diabolico, ed è il peccato originale, solo pensare di sovvertirle e di voler fare le nostre leggi senza né capo né coda. Perseverare in questo, porta alla perdita di sintonia con la Natura Vivente, perdizione del senno, caduta libera, incosciente follìa.

    La persistente ostinazione di non voler capire la Legge e a disubbidire, porta alla mancanza di umiltà, alla progressiva perdita delle intelligenza, quindi al disfacimento di questa temporanea esperienza di vita, all’annullamento del cumulo delle esperienze passate, venendo risucchiati in direzione di una diversa vita, per riproporci, in seguito, ulteriori esperienze tese all’apprendimento dell’umiltà.

    La Legge dunque E’, perché il battito di ciglio di ogni minimo fluttuare della Galassia, E’, perché il Sole, il Pianeta, l’Ecologia Naturale E’, così com’è. Non può essere diversamente.

    Dunque la nostra umiltà è il più alto attestato di intelligenza, al di là di ascolto, analisi, maturazione, deduzione, concepimento: essere anche noi in Colui che E’.

    Ed in Colui che E’, io amo per amare, dono la mia vita per vivere insieme, tendo il mio cuore e le mie mani per aiutare, opero per te e tu per me, tutti per tutti, così come ogni particella dell’Universo Infinito.

    Se non amo, non esisto, fino a quando, nello scorrere delle prove e riprove delle incarnazioni, imparerò ad amare, per cominciare ad apprendere la Scuola più alta, quella del divenire Angeli, Servitori del Dio Vivente, sempre più consapevoli della Scala evolutiva senza fine.

    Quando avrò dato tutto me stesso, esausto, potrò rivolgermi al Maestro e chiedergli: “In cosa ho sbagliato, come posso migliorarmi e dare di più?”

     

    Quello che ci è stato consigliato dai Fratelli Superiori attraverso Eugenio era troppo forte per le nostre orecchie, il nostro animo?

    Io non posso far altro che ripetere che l’errore originale di questa umanità terrestre, è stato il pensare di poter fare di testa propria, non avendo concepito in sé che le Leggi erano e sono la Natura stessa: o ti Adegui al giusto vivere = ubbidienza, oppure soccombi = non sopravvivenza.

    Quanto era stato detto da Eugenio, rimane!  Aveva tanto ribadito: “Rimettete ogni cosa al suo giusto posto”. Oggi non è più la stessa cosa, perché si dovevano da tempo riparare le Cause dei mali.

    Più a nulla serve discutere sulle cure degli effetti.

                                                                                                                    Orazio Valenti

  • Los artífices del silencio

    Author Orazio Valenti

    La elección de la humanidad: Dejarse engañar por los artífices del silencio.

     

    Este 25 de Marzo de 2016, se repite el aniversario del nacimiento de Eugenio Siragusa, que ha dedicado su vida entera para el Bien de la humanidad, como embajador de las realidades sobrehumanas extraterrestres.

    ¿Pero, la humanidad, que ha comprendido?

    Aquellos que se consideran los “guías” de esta humanidad terrestre sabían, saben, pero no quiere decir. ¿Por qué?

    Estamos yendo hacia el encuentro de eventos naturales y sociales cada vez más oscuros. Ya habíamos sido advertidos, pero no nos hemos comportado consecuentemente; debíamos de poner cada cosa en su justo lugar a tiempo, así como las Leyes de la Galaxia nos habían advertido. No lo hemos hecho.

    Repito, repito algunos mensajes de Eugenio Siragusa, como respuesta a las preguntas de ayer, presagios de un “hoy” cargado de perplejidades, incertezas y confusiones cada vez más apremiantes.

     

    Escribía, el 25 de marzo de 1963:

    “A los Artífices del Silencio”

    ¡Callad! ¡Guardad silencio, negadores de la Verdad!

    Un día no lejano, toda la Humanidad juzgará vuestro obstinado silencio.

    ¡No os engañéis!

    ¡La Justicia y la Verdad de los Cielos no las parará nadie! La Antorcha del Amor Universal ya arde y desde hace tiempo ilumina de gran esperanza los tristes Senderos embarrados de sangre, edificados en el odio y en la muerte, en la injusticia, en la mentira y en las destrucciones. ¡Pero ahora ya el tiempo ha llegado!

    ¡Callad!

    ¡Guardad silencio incluso, falsos doctores y egoístas! Vuestros embrollos no dejarán muda la Voz y la Obra Santa de aquellos que señalan la Radiosa Vía del Supremo Bien Universal.

    ¡Ocultad!

    Pero Ellos están aquí, sobre la Tierra, con nosotros y para nosotros, con su Amor, su Sabiduría y su Santa Justicia. Ellos están aquí, en medio de nosotros, para hacernos saber que las Puertas de los Cielos se han abierto y que la Voluntad de Dios será cumplida. ¡Alegraos y Contentaros, criaturas de la Tierra! ¡Realegrad de Beata Esperanza vuestros Espíritus! El camino de vuestro regreso Resplandece de Luz y de Verdad. Ellos han descendido sobre la Tierra para señalárosla y para daros claro conocimiento de los Quereres del Padre Creador.

    El día que glorificaréis la Unión de la Tierra al Gran Reino del Cielo está cercano a venir.

    ¡Callan!

    ¡Callan incluso, los adversos negadores! ¡Se arrepentirán de haberlo hecho!

    Eugenio Siragusa.

     

    El Camino de la Esperanza señalada, está dirigido a un número cada vez más exiguo, excluyendo por tanto a los “doctores” de la corrupción.

    ¿Por qué no tenéis la valentía de admitir y decir la Verdad que os ha sido transmitida por los Mensajeros Obedientes al Padre de toda cosa?

    ¿Por qué tener miedo de quién, de qué cosa, si todo pertenece solo a ÉL?

     

    “Buscáis de todos los modos de burlaros, ridiculizar y escarnecer.

    ¿Por qué, por qué? ¿Os preguntáis el por qué lo hacéis? ¿Estáis contra el Bien? ¿Estáis contra el Amor Universal? ¿Estáis contra la Justicia? ¿Sois odiosos hacia quien grita la Verdad?

    Escarnecéis y perseguís a aquellos que desean un mundo mejor, una humanidad hermanada, feliz, menos egoísta, menos violenta, menos hipócrita, menos autolesionista, menos destructiva.

    ¿Teméis? ¿A qué? ¿La Justicia?

    ¿Teméis a aquellos que, creciendo, no se parecerán nunca más a vosotros, ni estarán dispuestos a cometer los errores y los horrores que habéis cometido y cometéis?

    Tenéis el fango más arriba de vuestro pelo y querríais involucrar a quien desea permanecer limpio. Entonces disuadís, denigráis, vituperáis con la lengua bífida. Decís: ¡Están locos!

     

    Debemos, aunque la mayoría no lo agradecen, crear los Presupuestos Ideales del Reino de Dios en la Tierra. Es un designio que debemos realizar por Suprema Voluntad del Altísimo y creemos obligado de advertiros que cualquier tipo de oposición resultaría vana.

    Es el tiempo. ¡Lo sabíais! Replicar a Dios, no es posible.

    Paz.

    Woodok.

    Eugenio Siragusa.

     

    ¿Cuántos permanecen todavía como incorruptibles? ¿O la disuasión los ha diezmado?, incluso aunque a manos llenas la Conciencia de lo Verdadero y del Amor les ha sido pródiga. Veamos de remarcar alguna cosa de los libros divulgados:

    “Escuchad y meditad profundamente porque es verdad que, aquellos que meditando no hayan comprendido, no se habrán conocido a sí mismos, no son dignos de glorificar el Verbo que Dios ha hecho palabra para conocer la Verdad, la Justicia y el Amor de Su Reino Celestial.

    Es necesario comprender a Dios en sus diversas manifestaciones para poder conocer y penetrar en el Arcano de Sus Misterios.

    Conocerse a sí mismos significa conocer a Dios. Conocer a Dios quiere decir haber conocido a sí mismos.

    Comprender el Invisible quiere decir haber crecido en estatura Espiritual.

    No comprender el Invisible quiere decir haber crecido en estatura material.

    En verdad, mejor comprender el Invisible, se tendrá la certeza de ser uno de los primeros en despegar el vuelo hacia el Verdadero Propósito de la vida.

    Amar las cosas no es suficiente amor, se necesita conocer el motivo y la grandeza del sacrificio de las cosas por lo que se aman.

    Aquel que tiene sed de Verdad no se distancia de la Fuente, es más, permanece allí para quitarse la sed, hasta que su Espíritu sea elevado.

    En Verdad os digo: Las inmensas Joyas del Cielo son como luminosas alhajas posadas en un fondo de limpias aguas.

    Las limpias aguas quieren ser similares a la clara quietud del Espíritu humano, purificado, vuelto libre de los tumultuosos instintos y aclarado por el Amor más puro.

    El fondo es el Alma, en la cual yace suave el Esplendor de la Luz Eterna, la Vida de la Vida, la Preciosidad de las Celestiales Virtudes.

    Estate seguro, hijito, no todas las aguas están limpias, ni todos los espíritus están purificados. A éstos, el Tesoro, no les será permitido verlo”.

    Eugenio Siragusa.

     

    Por muchos y muy variados motivos la angustia invade a los jóvenes:

    “La Institución más importante para los Extraterrestres es: El Amor Creativo”.

    Tal delicada Divina tarea dicen los Extraterrestres es el Pilar Básico sobre el que se apoya la Evolución psico-física y Espiritual de los Seres humanos. Vuestra Ciencia debería instuir un orden tal de vida si quisiera hacer desaparecer finalmente de la Raza Terrestre a los infelices, los dañados por una inconsciente y delictiva concepción.

    HOARA explica:

    La Relación Carismáticano es, como muchos creen, un acoplamiento pasional corroborado por las impelentes infatuaciones físicas-racionales-sensoriales.

    La Relación Carismática es, principalmente, una Perfecta Sintonía de complementariedad alimentada por Valores Interiores-Astrales-Espirituales.

    La educación de las emocionalidad sensorial es la resultante, la terminal de los Valores Primarios ya mencionados. El Amor entre un Hombre y una Mujer podrá ascender hacia la Sublime Felicidad si sus vibraciones Astrales se armonizan sobre el mismo Plano Emocional-Espiritual. Solo en este único caso el Carisma existe y vive con un ligamen indisoluble, habiendo edificado el perfecto gemelo: La Androgeneidad, la Real Naturaleza del Ser Humano iluminado por el Amor Divino.

    En breve síntesis esto es el Carisma, o la Unión Perfecta entre Adán y Eva en el mundo de la materia tridimensional y cuatridimensional. 

    Hoara, ha explicado.

    Paz a todos.

    Desde la Cristal-Bell. 9 junio 1979.

     

    De hecho solo al final de la cuarta dimensión, las dos unidades masculina-femenina se vuelven una unidad Andrógena, o sea teniendo un cuerpo perfectamente Energético, Astral, de quinta dimensión.

    Todavía estamos de ello muy, muy lejanos. Amargura para quien se engaña.

    En esta nuestra tercera dimensión, en la que somos más materia que energía, la Ley de Vida ha sido siempre:

    “Amaros y multiplicaros”.

    “Una invitación proveniente de una Dimensión Superior, donde el Amor se desarrolla por atracción no física sino Astral, y donde el Complejo no es material, sino Espiritual, perfecto.

    En la dimensión en la cual el hombre vive, debe amar y procrear, no puede ser de otro modo.

    “La Ley”que gobierna los valores manifestativos tridimensionales impone al Espíritu de servirse de la materia para desarrolla su Obra. Jesús Cristo era plenamente consciente de esta Ley Creativa y además era consciente de la justa práctica de esta Ley que investía de consciente responsabilidad al hombre y la mujer de este mundo y de esta dimensión.

    El hombre sea hombre, y la mujer, mujer. El macho no haga de hembra y la hembra no haga de macho.

    En este triste tiempo, muchos han dado la vuelta a los Valores de esta Ley. Creo que es superfluo hablar del surgimiento de la sodomía que invade como un río de pútrido fango, provocando a la Ley deliberadamente.

    A esta aberración material se han sumado todas las otras no menos deletéreas consecuencia, que han hecho del hombre y de la mujer un fluctuante delirio de diabólicas pasiones.

    ¡El Amor, el Verdadero, el Amor que hace feliz el corazón y el Alma, es otra cosa!

    De ese Amor habló el Maestro de Maestros, el Perfecto Conocedor de las Leyes Creativas del Cosmos.

    Habló del Amor Altruista donde no hay sitio para el egoísmo y para las aberraciones que lo asesinan.

    ÉL enseño el Amor Creativo y el modo de cultivarlo y conquistar La Luz de la verdadera felicidad empeñando al hombre y a la mujer a educar la caduca materia e iluminarla con los Valores Sublimes del Espíritu. El Amor es y será un Sublime y Delicado Sentimiento del Dios Viviente, siendo Él plenamente conocedor de que el Amor es Vida, Ley del Espíritu Creativo Viviente en esta dimensión.

    Jesús Cristo enseño la Ley pero no la practicó, porque ÉL no era del mundo. Era la Luz del Amor de Aquel que Es”.

    Valverde 12-09-1973

    Eugenio Siragusa

     

    Reconectándonos al Origen de las Leyes reveladas a la humanidad terrestres, nos dijo Hermes Trismegisto:

    “Únicamente, entre cuantos seres viven sobre la Tierra, el hombre es dual, mortal en el cuerpo, inmortal en su Esencia.

    Inmortal y soberano de todas las cosas, está sometido al hecho que gobierna aquello que es mortal; superior a la armonía del mundo, él es esclavo de la Armonía; es macho y hembra como su Padre y, superior al sueño, es dominado por el sueño”.

    “Creced en estatura y multiplicaros en multitud, vosotros todos, obras y criaturas mías; y aquel que tiene Inteligencia sepa que es inmortal y que la causa de la muerte es el amor del cuerpo, y conozca a todos los seres. La Providencia unió las parejas según leyes fatales y armónicas, y estableció las Generaciones. Y todos los seres se multiplicaron por géneros. Y aquel que se conoce a sí mismo llegó al Bien Perfecto, pero aquel que, por un error del amor, amó el cuerpo, aquel vaga en las tinieblas, sometido, por los sentidos, a la condiciones de la muerte”.

     

    Otra pregunta que levanta no poca consternación es de saber si se tiene el derecho de interrumpir cuando queremos nuestra vida. Sobre esto hay demostraciones de la foto del Aura humana, del cómo se agita a la muerte, antes de dejar el cuerpo.

    Pero es muy importante re-leer lo que han explicado los Hermanos Superiores:

    1975-“La Eutanasia es una práctica piadosa pero edificada sobre la ignorancia, la eterna ignorancia del hombre sobre la realidad de la vida y de la muerte, pero sobre todo sobre el Amor de Dios.

    ¿Qué hombre puede arrogarse el derecho de quitar la vida a otro hombre, aunque sea por motivo piadoso, si Dios ha decretado el sufrimiento para facilitar la purificación?

    Es Dios, y solamente Dios que establece cómo y cuándo quitar del mundo una Criatura Suya, y es siempre Dios que establece cómo y cuándo una Suya criatura debe sufrir antes de dejar esta dimensión. Es siempre una cuestión Kármica, y el querer impedir el normal proceso evolutivo decretado por Dios a través de cualquier forma, es un quererse arrogar un derecho que no compete al hombre de la Tierra, sea el que sea el moviente que lo empuja a ello.

    La Ley de Dios es perfecta, aunque incomprensible para el hombre de esta dimensión, y nada de lo que se sale de esta Ley puede ser positivo o constructivo”.

    Y todavía y como siempre:

    “El hombre no desligue lo que Dios ha unido, os ha sido dicho. Al hombre le es concedido de desligar aquello que él mismo une, pero no aquello que Dios ha unido antes de que él fuese.

    El fuego, el aire, el agua y la tierra, no os darán tregua hasta el día en el que comprenderéis que éstos forman parte inseparable del Espíritu Creativo del Cosmos.

    Los Zigos, los Custodios Vigías de la Armonía Creativa, ejecutores infalibles de la Justicia Universal, están sobre la Tierra para impedir al hombre desatar lo que Dios ha unido”.

    “Los Espíritu Elementales os destruirán si no llegaréis a reponer el equilibrio allá donde lo habéis seriamente y egoístamente turbado”.

     

    Y precisamente así es; La enfermedad creciente de las neuronas cerebrales, por diversas causas de las que siempre he hablado, ha sido definida por nuestros Hermanos como, “Harbar”, o sea demencia, pérdida del autocontrol, y las crónicas de nuestros tiempos están llenas de casos en apariencia inexplicables. Todo esto es debido a la más inconcebible sed de poder, a la exasperada voluntad de hacer fermentar y desarrollar guerras programadas hasta el último genocidio.

    No hay palabras suficientes para hacer comprender y explicar que una sobrehumana voluntad diabólica y perversa condiciona las mentes induciéndolas a la autodestrucción y llevando a la perdición las almas.

    1981- “La Sed de Poder. Esta sed, sobre vuestro Planeta es alimentada de mil modos revolviendo cada vez más la pacífica convivencia de los pueblos, deseosos de libertad en la Justicia y en el Progreso evolutivo.

    La veleidad egoísta de los pueblos, el bárbaro instinto de dominio y de opresión, se anteponen al bienestar de la humanidad entera, lacerando irremediablemente el edificio sobre el que se apoyan los pilares del edificio social, político, científico y económico de los pueblos de la Tierra.

    El Poder, si no es alimentado por la cordura y por la incorruptible y religiosa operatividad, mirante a volver estable el proceso global de las exigencias indispensables para un sano progreso evolutivo de la humanidad entera, descompondrá inevitablemente todas las saludables virtudes injertadas en la naturaleza humana, acelerando el embrutecimiento de ser humano, irritado de violencia y de malvados instintos”.

    1963- “Los monstruosos intereses de la sanguinaria máquina bélica son los únicos verdaderos enemigos de la Paz en vuestro mundo”.

    ¡Los verdaderos hacedores de los terribles delitos y de la mortal destrucción que enfurecen sobre la Tierra y que os procuran dolores y sufrimientos, son aquellos hijos degenerados del alma humana que maniobran la sanguinaria ciencia de la máquina bélica de vuestro mundo!

    ¡Quien, en verdad, quiere la Paz, la Justicia y el Bien entre los pueblos de la Tierra y se vuelve un válido defensor de los valores físicos y espirituales destinados para alcanzar la abolición de la acción mortal, destructora y fraticida de la fuerza diabólica, choca inexorablemente con los malvados y tétricos intereses que, para vuestra desgracia, tienen en sus venenosas espirales la hegemonía del poder económico, político, científico y militar de vuestro mundo!

    ¡Para estos hijos del mal, vampiros de la sangre fraterna, la paz es una acérrima enemiga suya porque está en contraste con su baja y ávida sed de dominio, de venganza y de muerte!

    ¡La guerra, y el odio, la persecución y la venganza, son sus revitalizantes, y sus negras sangres, su único motivo de vivir!

    Frecuentemente sucede que los hombres de buena voluntad pierdan la fe, dejándose meter en la fangosa hendidura de esta arte diabólica.

    ¡Son muchos en verdad los terrestres que se vuelven ciegamente cómplices de sus delictivos designios tendientes a separar las almas, y volverlas áridas de fraterno amor, de verdadera Justicia! ¡Aprendedlo de una buena vez!

    ¡El alma adversa agita atractivas y falsas banderas para meteros en el engaño!

    ¡La discordia, el egoísmo, el odio, la venganza, las orgías salvajes y el deseo de guerrear son las armas más potentes con las cuales hieren, debilitan y dominan vuestras almas! ¡No dejaros sorprender!

    Dios es Paz y Amor, es Bien inconmensurable, es excelsa Armonía y Justicia, es Piedad, es Caridad, es Felicidad del Espíritu y del Cuerpo. Es Unidad Sublime de Almas Iluminadas, amantes la una de la otra.

    Dios es solo Fuente de Divino Bien paradisíaco. ¡No lo olvidéis nunca! Por este Gran Conocimiento los mejores Hijos de Dios se han inmolado con la dulce y serena sonrisa sobre los labios.

    Nosotros miramos aterrorizados, doloridos, de esta vuestra inmadurez, pero no mudos ni insensibles.

    Hijos de la Tierra, uniros en Paz con Dios, amaos los unos a los otros como hermanos, con Justicia, Paz y Amor y lanzad al fondo de los océanos la materia que os oprime y os niega el derecho de entrar en gloria en la Gran y Beata Familia Universal.

    ¡Luchad! Luchad contra el mal, las injusticias, los odios, contra quien os quita el derecho de vivir y de evolucionar en serena armonía con las Leyes Celestes. Este es vuestro cómputo, vuestro querer, vuestro derecho de Hijos de Dios.

    Nadie salvo vosotros puede hacerlo porque, en verdad vosotros sois los únicos árbitros de vuestro destino sobre la Tierra.

    Vosotros sois libres de escoger: ¡O con Dios o contra Dios!

    El Cielo os ve y os asiste”.

    Eugenio Siragusa.

     

    En este punto siento de concluir con las advertencias, dados en el momento justo a la humanidad para solicitar un arrepentimiento y la obediencia a la Justicia Celeste que todo gobierna, para defender el Amor, aquello que todavía para muchos, muchos jóvenes, permanece como un deseo irreprimible pero también  la esperanza en la cual basar la propia vida.

    Más que la consolación: La hora de la Justicia en los últimos mensajes de Eugenio Siragusa:

    ¡EL APOCALIPSIS HA COMENZADO!

     

    ¡SE ESTÁ VERIFICANDO CUANTO HA SIDO DICHO POR EL APÓSTOL JUAN!

     

    EL HOMBRE HA PERDIDO SU DIGNIDAD ESPIRITUAL Y ESTÁ OBLIGADO HA AFRONTAR EL JUICIO EXPRESADO POR EL PADRE GLORIOSO TANTAS VECES REPETIDO A FIN DE QUE LA HUMANIDAD SE PUDIERA ARREPENTIR.

     

    EL AGUA, EL AIRE, LA TIERRA Y EL FUEGO LIMPIARÁN EL PLANETA TIERRA DE LAS ESCORIAS DEGENERADAS Y MALDITAS QUE ESTA GENERACIÓN ALIMENTA DIA TRAS DIA.

    LOS ORACIONES NO SIRVEN DE NADA SI FALTA EL ARREPENTIMIENTO Y SI FALTA EL SENTIDO REAL DE LA JUSTICIA DIVINA. 

    YO NO PUEDO EVITAR EL DECIROS "ADIÓS" PORQUE HE SENTIDO Y SIENTO UNA PENA INDESCRIPTIBLE POR ESTA HUMANIDAD DEGENERADA Y CONTRARIA A LOS QUERERES DEL ALTÍSIMO PADRE CREADOR GENEROSO.

     

    OS DIGO "ADIÓS" PARA NON SENTIR MÁS PENA Y SUFRIMIENTO VIENDO MORIR CUANTO EL SOL INSTRUYE Y CREA PARA DAR VIDA, JUSTICIA Y AMOR A QUIEN, VERDADERAMENTE, DESEA VIVIR Y SERVIR A SU PRÓJIMO COMO A SÍ MISMO. 

    ADIÓS. 

    Eugenio Siragusa. Nicolosi, 15 diciembre 2001.

     

    “El “Espíritu Giovanneo”, el Consolador Prometido respira en los Cielos de este Mundo.

    El Absoluto Poder de la Divina Justicia de Dios está en la mano de Su Celeste Milicia a fin de que sea cumplida Su Voluntad.

    Esto os digo, hombres de este mundo, para que podáis estar preparados en asumir Vuestras responsabilidades y para que os sea concedido Conocimiento de una Verdad ya anunciada por Jesús Cristo y por sus Profetas.

    El tiempo de la “Parusia”, es tiempo de grandes mutaciones y es también Tiempo de Purificación.

    Ha sido dicho, escrito y transmitido para que nadie pudiera ignorar.

    Os recuerdo, por la virtud recibida, que los eventos apocalípticos están tras las puertas de este tiempo y “los vivos envidiarán a los muertos” por lo que sus ojos estará obligados a ver.

    No sabréis ni el día, ni la hora, pero los Signos en el Cielo os dirán que el tiempo está Próximo.

    Vosotros que habéis Creído y os habéis Despertado y habéis sufrido por causa de la Verdad no temáis, porque vuestro es el Reino de los Cielos, y vuestra la Corona de la Vida Eterna.

    Tened Paz.

    Eugenio Siragusa.

     

    Del Cielo a la Tierra.

    ¡Ahora serán las Potencias Celestes las que darán aval y testimonio de Nuestra Obra!

    ¡Es verdad!

    Una generación destinada a perecer con la complicidad de todos aquellos que deberían haber ensalzado la bandera de la Divina Justicia del Creador.

    Una generación drogada físicamente y psíquicamente con el consentimiento de todas las Iglesias incapaces de suscitar el Temor de Dios, temerosos de decir toda la verdad sobre los Signos Celestes. Una generación en mano de guías ciegos, partidarios del Príncipe de este mundo, Lucifer y de su legión.

    Si Satanás ha sido tan hábil en arrastrar gran parte de la humanidad hacia los oscuros e inmundos recovecos degenerativos de la naturaleza material, Lucifer no ha sido menos en ensombrecer la luz del espíritu de todos cuantos se han vueltos serviciales a sus deseos.

    La Gran Batalla está en su epílogo y próximos los días del Juicio Divino.

    Nosotros estamos a la espera de que las Celestes Potencias consideren manifestarse pronto para decir: ¡BASTA!

    ¡Todo se ha cumplido! ¡Lo Salvable sea salvado!

    Eugenio Siragusa.

     

    Último Reclamo

    Cristo dejó dicho: “Yo me marcho y ya no me veréis más”.

    Jesús dejó dicho: “Regresaré en medio de vosotros, no os dejaré huérfanos”.

    Pero ha sido también dicho: “Mi Padre se ha reservado Su Tiempo; vendrá para juzgar los vivos y los muertos; vendrá para Instaurar Su Prometido Reino en la Tierra”...

    Muchos responden: ¡Psché!...

    Yo os Anuncio, sin duda alguna, que Su Tiempo está más cercano de cuánto podáis creer.

    Su Milicia está ya en la Obra sobre la Tierra para preparar el más grande, el más glorioso, el más sublime evento que la historia de este Mundo recuerde: “La Venida de Aquel que tiene en sí la Justicia de Dios...”.

    Y no importa cómo y cuándo vendrá, donde y de quién vendrá: importa la Divina Potencia que posee en Su Cósmica Naturaleza Trina y Eterna.

    Eugenio Siragusa.

     

     Hoy, los Zigos están cada vez más en movimiento, y nunca ninguna manipulación o ingeniería atmosférica o electromagnética terrestre podrá desviar sus procesos de Justicia, puede solo acelerar el proceso de autodestrucción de esta humanidad.

    Esta es la Ciencia Natural.

    Y estos Justicieros operan en Sintonía con los Custodios de la Ley presentes sobre la Tierra:

     

    Los que tienen que temer la Celeste Justicia son todos aquellos que han preferido no arrepentirse e ignorar los Reales Valores del Bien Universal; Valores que son los únicos hacedores de la Libertad y de la Salvación Eternas.

    Esos pensarán que deberán solo morir y terminar, en breve tiempo, los efectos de sus causas. Pero estos ignoran que los efectos de sus causas serán siempre las terribles cuerdas que transportarán sus perversos espíritus a un mundo tenebroso y lleno de insidias, donde los sufrimientos tendrán la carga de los valores primordiales de la materia y donde la vida se apaga a través del largo tiempo de la Sublimación Dominadora  de las Leyes Purificadoras.

    No hay apelación para éstos, sino una autoresignación capaz de apagar sus conciencias decaídas, hacia el Nuevo Inicio, desde donde recomenzarán la dolorosa ascensión para la Reconquista del Bien perdido.

    Las Prácticas para la edificación de esta Sentencia de Condena y de Salvación están en las Mentes de los Hombres-Ángeles que, hoy más que nunca, operan y viven sobre la Tierra en medio de los hombres.

    Nadie sabe quiénes son, de donde han venido y qué Potencia poseen.

    En verdad está en Ellos la Potencia de Consolar, de Destruir y de Edificar.

    Es la Celestial Milicia del Padre Creativo, iluminada por la Sabiduría de Su Justicia y de Su Amor.

    La Energía que mueve los Universos es su Fuerza.

    La Voluntad del Padre Creativo es Su Única Ley.

    El Amor Universal es la sola Fuente que los empuja a la Obra.

    En estas Sublimes Expresiones de Franciscana memoria, respira Su Veraz Naturaleza Viviente:

    “OH SEÑOR, DONDE HAY TINIEBLAS HAZ QUE YO LLEVE LA LUZ”.

    Y, en verdad, los Portadores de Luz, los Custodios de todo tiempo y de toda generación están a la Obra para la realización de los profetizados designios que nadie, salvo El Creador, podrá nunca mutar.

    No hay Paz para los impíos, dice El Eterno”.

    Eugenio Siragusa.

     

     

    Orazio Valenti.

     

  • Gli artefici del silenzio

    Author Orazio Valenti

    La scelta dell’umanità: lasciarsi ingannare dagli artefici del silenzio

     

    Questo 25 Marzo 2016 ricorre l’anniversario della nascita di Eugenio Siragusa che ha dedicato l’intera sua vita per il bene dell’umanità, come ambasciatore delle realtà sovrumane extraterrestri.

    Ma l’umanità, cosa ha capito? Quelli che si ritengono le “guide” di questa umanità terrestre sapevano, sanno  ma non vogliono dire. Perché?

    Stiamo andando incontro ad eventi naturali e sociali sempre più bui. Eravamo stati avvertiti, ma non ci siamo comportati di conseguenza; dovevamo  mettere ogni cosa al suo giusto posto in tempo utile così come le Leggi della Galassia ci avevano ammonito. Non lo abbiamo fatto.

    Ripeto, ripeto alcuni messaggi di Eugenio Siragusa, quali risposte alle domande di ieri, presagi di un  “oggi”  carico di perplessità, incertezze e confusione sempre più incalzanti.

     

    Scriveva il 25 Marzo 1963:

     “Agli Artefici del silenzio”

    Tacete! Tacete pure, negatori della Verità!

    Un giorno non lontano, tutta l’Umanità giudicherà il vostro ostinato silenzio.

    Non Illudetevi!

    La Giustizia e la Verità dei Cieli li non potrà fermare nessuno! La fiaccola dell’Amore Universale già arde e da tempo illumina di grande speranza i tristi Sentieri imbrattati di sangue, edificati nell’odio e nella morte, nell’ingiustizia, nella menzogna e nelle distruzioni. Ormai il tempo è giunto!

    Tacete!

    Tacete pure, falsi dottori ed egoisti! I vostri imbrogli non renderanno mute la voce e l’Opera Santa di coloro che ci additano la Radiosa Via del Supremo Bene Universale.

    Occultate!

    Ma loro sono qui, sulla Terra, con noi e per noi, con il loro Amore, la loro Sapienza e la loro Santa Giustizia. Loro sono qui, in mezzo a noi, per farci sapere che le porte dei Cieli si sono aperte e che la Volontà di Dio verrà adempiuta. Giubilate e Gioite, creature della Terra! Rallegrate di Beata Speranza i vostri Spiriti! La strada del vostro ritorno Splende di Luce e di Verità. Loro sono scesi sulla Terra per additarvela e per darvi chiara consapevolezza dei Voleri del Padre Creatore.

    Il giorno che glorificherete l’unione della Terra al grande Regno del Cielo è prossimo a venire.

    Tacciano!

    Tacciano pure, gli avversi negatori! Si pentiranno di averlo fatto!

    Eugenio Siragusa

     

    La strada della speranza additata, è rivolta ad un numero sempre più esiguo, escludendo dunque i “dotti” della corruzione. Perché non avete il coraggio di ammettere e dire la Verità che ci è stata trasmessa dai Messaggeri Ubbidienti al Padre di ogni cosa? Perché avere il timore di chi, di cosa, se tutto appartiene solo a Lui?

     

    "Cercate in tutti i modi di deridere, ridicolizzare e schernire. 
    Perché, perché? Vi chiedete il perché lo fate? Siete contro il bene? Siete contro l’amore universale? Siete contro la giustizia? Siete odiosi verso chi grida la verità?
    Schernite e perseguitate coloro che desiderano un mondo migliore, una umanità affratellata, felice, meno egoista, meno violenta, meno ipocrita, meno autolesionista, meno distruttiva.

    Temete? Che cosa? La giustizia?
    Temete coloro che, crescendo, non vi somiglieranno più, né saranno disposti a commettere gli errori e gli orrori che avete commesso o commettete?
    Avete il fango fin sopra i capelli e vorreste coinvolgere chi desidera rimanere pulito. Allora dissuadete, denigrate, vituperate con la lingua biforcuta. Dite: sono pazzi!

     

    Dobbiamo, anche se i più non lo gradiscono, creare i presupposti ideali del Regno di Dio in Terra. È un disegno che dobbiamo realizzare per suprema volontà dell’Altissimo e crediamo doveroso avvertirvi che ogni tipo di opposizione riuscirebbe vana.
    È il tempo. Lo sapevate! Replicare a Dio, non è possibile.
    Pace. Woodok.  Eugenio Siragusa

     

    Quanti ce ne sono ancora di incorruttibili?  O la dissuasione li ha decimati? Eppure a piene mani la Coscienza del Vero e dell’Amore ci è stata profusa. Proviamo a sottolineare qualcosa dai libri divulgati:

    “Ascoltate e meditate profondamente perché è vero che, coloro che meditando non avranno compreso, non avranno conosciuto sé stessi, né sono degni di glorificare la Verba che Iddio ha fatto parola per conoscere la Verità, la Giustizia e l’Amore del Suo Regno Celeste.

    Bisogna comprendere Dio nelle sue diverse manifestazioni per poter conoscere e penetrare nell’Arcano dei Suoi Misteri.

    Conoscere se stessi significa conoscere Dio. Conoscere Dio vuol dire aver conosciuto se stessi.

    Comprendere l’invisibile vuol dire essere cresciuto in statura Spirituale.

    Non comprendere l’invisibile vuol dire essere cresciuto in statura materiale.

    In verità, meglio comprendere l’invisibile, si avrà la certezza di essere uno dei primi a spiccare il volo verso il vero scopo della vita.

    Amare le cose non è sufficiente amore, bisogna conoscere il motivo e la grandezza del sacrificio delle cose per cui si amano.

    Colui che ha sete di verità non si discosta dalla fonte, anzi, rimane lì a dissetarsi, finché  il suo Spirito si sarà innalzato.

    In Verità ti dico: Le immense Gioie del Cielo sono come lucenti preziosi adagiati in un fondo di limpide acque. Le limpide acque vogliono essere simili alla chiara quiete dello Spirito umano, purificato, reso libero dai torbidi istinti e schiarito dall’Amore più puro. Il fondo è l’anima, in cui giace soave lo splendore della Luce Eterna, la vita della vita, la preziosità delle Celesti virtù”

    Sii certo, figliolo, non tutte le acque sono limpide, né tutti gli spiriti purificati. A costoro, il tesoro, non sarà dato vederlo”. Eugenio Siragusa.

     

    Da più parti e per i più svariati motivi l’angoscia pervade i giovani:

    “Ma che ne è dell’Amore,  della Famiglia, della Vita?”

    “L’Istituzione più importante per gli Extraterrestri è: “L’Amore Creativo”

    Tale delicato Divino compito dicono gli Extraterrestri è il Pilastro Basilare su cui poggia l’Evoluzione psico-fisica e Spirituale degli esseri umani. La Nostra Scienza dovrebbe intuire un tale ordine di vita qualora volesse far sparire finalmente dalla razza terrestre gli infelici, menomati da un incosciente e delittuoso concepimento”.

    H O A R A  Spiega:

    La Relazione Carismaticanon è, come molti credono, un accoppiamento passionale corroborato dalle impellenti infatuazioni fisiche-razionali-sensoriali.

    La Relazione Carismatica è, principalmente, una perfetta sintonia di complementarietà alimentata da Valori interiori-emozionali-astrali-spirituali.

    L’educazione dell’emozionalità sensoriale è la risultante, il terminale dei Valori Primari già accennati. L’Amore tra un uomo e una donna potrà ascendere verso la Sublime felicità se le loro vibrazioni astrali si armonizzano sullo stesso piano emozionale-spirituale. Solo in questo unico caso il Carisma esiste e vive con un legame indissolubile, avendo edificato il perfetto gemellaggio:“L’Androgenità”, la Reale Natura dell’Essere Umano illuminato dall’Amore Divino.

    In breve sintesi questo è il Carisma, ovvero l’Unione Perfetta tra Adamo ed Eva nel mondo della materia tridimensionale e quadridimensionale.

    Hoara ha spiegato. Pace a tutti. Dalla Cristall-Bell. 9 giugno 1979

     

    Infatti solo alla fine della quarta dimensione, le due unità maschile-femminile  divengono l’unità Androgena, cioè avente un corpo prettamente energetico, astrale, di quinta dimensione.

    Ancora ne siamo molto, molto lontani. Amaro per chi si illude.

    In questa nostra terza dimensione, in cui siamo molto più materia che energia, la Legge di vita è sempre stata :

     “Amatevi e moltiplicatevi.

    “Un invito proveniente da una Dimensione Superiore, dove l’Amore si espleta per attrazione non fisica ma Astrale, e dove l’Amplesso non è materiale, ma Spirituale, perfetto. Nella dimensione in cui l’uomo vive, deve amare e procreare,  non può essere diversamente. “La Legge” che governa i valori manifestativi tridimensionali impone allo Spirito di servirsi della materia per espletare la sua Opera. Gesù Cristo  era pienamente cosciente di questa Legge Creativa ed era altrettanto cosciente della giusta pratica di questa Legge che investiva di cosciente responsabilità l’uomo e la donna di questo mondo e di questa dimensione. L’uomo sia uomo, e la donna, donna. Il maschio non faccia la femmina e la femmina non faccia il maschio.

    In questo triste tempo, molti hanno capovolto i valori di questa Legge. Credo sia superfluo parlare dalla insorgenza della sodomia che dilaga come un fiume di putrida melma, provocando la Legge deliberatamente. A questa materiale aberrazione si sono aggiunte tutte le altre non meno deleterie conseguenze, che hanno fatto dell’uomo e della donna un fluttuante delirio di diaboliche passioni. L’Amore, quello vero, l’Amore che fa felice il cuore e l’anima, è ben altro! Di quell’Amore parlò il Maestro dei Maestri, il Perfetto Conoscitore delle Leggi Creative del Cosmo. Parlò dell’Amore Altruistico dove non vi è posto per l’egoismo e per le aberrazioni che lo uccidono. Egli insegnò l’Amore Creativo e il modo di coltivarlo e conquistarne la Luce della vera felicità impegnando l’uomo e la donna ad educare la caduca materia ed illuminarla dei valori Sublimi dello Spirito. L’Amore è e sarà un Sublime e Delicato Sentimento del Dio Vivente, essendo Egli pienamente consapevole che l’Amore è Vita, Legge dello Spirito Creativo Vivente in questa dimensione. Gesù Cristo insegnò la Legge ma non la praticò, perché Egli non era del mondo. Era la Luce dell’Amore di Colui che È”.

    Valverde 12/ 09/ 1973  Eugenio Siragusa.

     

    Ricollegandoci all’origine delle Leggi rivelate all’umanità terrestre, ci disse Ermete Trismegisto:

    “Solo, fra quanti esseri vivono sulla terra, l'uomo è duplice, mortale nel corpo, immortale nella sua essenza. Immortale e sovrano di tutte le cose, è sottomesso al fato che governa ciò che è mortale; superiore all'armonia del mondo, egli è schiavo dell'armonia; è maschio e femmina come suo Padre e, superiore al sonno, è dominato dal sonno ".

    " Crescete in accrescimento e moltiplicate in moltitudine, voi tutti, opere e creature mie; e colui che ha l'intelligenza sappia che è immortale e che la cagione della morte è l'amore del corpo, e conosca tutti gli esseri . La Provvidenza unì le coppie secondo leggi fatali e armoniche, e stabilì le generazioni. E tutti gli esseri si moltiplicarono per generi. E colui che conobbe sé stesso arrivò al bene perfetto, ma colui che, per un errore dell'amore, amò il corpo, quegli va errando nelle tenebre, sottomesso, per i sensi, alle condizioni della morte ".

     

    Altra domanda che solleva non poca costernazione è di sapere se si ha il diritto di interrompere quando vogliamo la nostra vita. Su questo ci sono le dimostrazioni della foto dell’Aura umana, nel come si agita alla morte, prima di lasciare il corpo.

    Ma è molto più importante rileggere cosa ci hanno spiegato i Fratelli Superiori:

    1975- “L’Eutanasia è una pratica pietosa ma costruita sull’ignoranza, l’eterna ignoranza dell’uomo sulla realtà della vita e della morte, ma soprattutto sull’Amore di Dio. Quale uomo può arrogarsi il diritto di togliere la vita ad un altro uomo, anche se per scopo ‘pietoso’, se Dio ha decretato la sofferenza per facilitare la purificazione? È Dio, e solamente Dio che stabilisce come e quando togliere dal mondo una Sua creatura, ed è sempre Dio che stabilisce come e quanto una Sua creatura deve soffrire prima di lasciare questa dimensione. È sempre una questione Karmica, e il volere impedire il normale processo evolutivo decretato da Dio attraverso una qualsiasi forma, è un volersi arrogare un diritto che non compete all’uomo della Terra, qualunque sia il movente che lo spinge a ciò. La Legge di Dio è perfetta, anche se incomprensibile per l’uomo di questa dimensione, e niente di ciò che esce da questa Legge può essere positivo o costruttivo.”

    Ed ancora e sempre:

    “L’uomo non sleghi ciò che Dio ha legato, vi è stato detto. All’uomo è concesso di slegare quello che egli unisce, ma non quello che Dio ha legato prima che egli fosse. Il fuoco, l’aria, l’acqua e la terra, non vi daranno tregua sino al giorno in cui comprenderete che questi sono parte inscindibile dello spirito creativo del Cosmo. Gli Zigos, custodi vigili dell’armonia creativa, esecutori infallibili della giustizia universale, sono sulla Terra per impedire all’uomo di slegare ciò che Dio ha legato.”

    “Gli Spiriti Elementali vi distruggeranno se non riuscirete a rimettere l’equilibrio là dove l’avete seriamente ed egoisticamente turbato.”

     

    Ed è proprio così: La malattia crescente dei neuroni cerebrali, per le diverse cause di cui ho sempre parlato, è stata definita dai nostri fratelli “Harbar”, cioè follia, perdita dell’autocontrollo, e le cronache dei nostri tempi sono piene di casi in apparenza inspiegabili. Tutto questo è dovuto alla più inconcepibile sete di potere, alla esasperata  volontà di far fermentare e sviluppare guerre programmate fino all’ultimo genocidio. Non ci sono parole sufficienti per far capire e spiegare che una sovrumana volontà diabolica e perversa  condiziona le menti, inducendole alla autodistruzione e portando alla perdita le anime.

    1981- “La sete del potere, Questa sete, sul vostro Pianeta viene alimentata in mille modi sconvolgendo sempre più la pacifica e fraterna convivenza dei popoli, desiderosi di libertà nella giustizia e di progresso evolutivo. La velleità egoistica dei popoli, il barbaro istinto di dominio e di sopraffazione, si antepongono al benessere dell’intera umanità, lacerando irrimediabilmente il costrutto su cui poggiano i pilastri dell’edificio sociale, politico, scientifico ed economico dei popoli della Terra. Il potere, se non alimentato dalla saggezza e dalla incorruttibile e religiosa operosità, mirante a rendere stabile il processo globale delle esigenze indispensabili per un sano progresso evolutivo dell’umanità intera, decomporrà inevitabilmente tutte le salutari virtù insite nell’umana natura, accelerando l’imbarbarimento dell’essere umano, irritato di violenza e di malvagi istinti.”

    1963 - “I mostruosi interessi della sanguinaria macchina bellica sono gli unici veri nemici della Pace nel vostro mondo. I veri fautori dei terribili delitti e della mortale distruzione che imperversano sulla Terra e che vi procurano dolori e sofferenze, sono quei figli degeneri dell’anima umana che manovrano la sanguinaria scienza della macchina bellica del vostro mondo!

    Chi, in verità, vuole la Pace, la Giustizia e il Bene tra i popoli della Terra e si rende valido assertore dei valori fisici e spirituali intesi a raggiungere l’abolizione dell’azione mortale, distruttrice e fratricida della diabolica forza, urta inesorabilmente con i malvagi e tetri interessi che, per vostra grande disgrazia, hanno nelle loro velenose spire l’egemonia del potere economico, politico, scientifico e militare del vostro mondo! Per questi figli del male, vampiri del sangue fraterno, la pace è una loro acerrima nemica perché in contrasto con la loro bassa ed avida sete di dominio, di vendetta e di morte! La guerra e l’odio, la persecuzione e la vendetta, sono la loro vitalità, il loro nero sangue, il loro unico scopo di vivere!

    Spesso succede che gli uomini di buona volontà perdano la fede, lasciandosi trascinare nella melmosa voragine di quest’arte diabolica.

    Sono molti in verità i terrestri che si rendono ciecamente complici dei loro delittuosi disegni tendenti a dividere le anime, a renderle aride di fraterno amore, di vera giustizia! Comprendetelo una buona volta! L’anima avversa agita allettanti e falsi vessilli per trarvi in inganno! La discordia, l’egoismo, l’odio, la vendetta, le orge sfrenate e il desiderio di guerreggiare sono le armi più potenti con cui feriscono, indeboliscono e dominano le vostre anime! Non lasciatevi sorprendere! Dio è Pace e Amore, è Bene incommensurabile, è eccelsa Armonia e Giustizia, è Pietà, è Carità, è Felicità dello spirito e del corpo. È unità sublime di anime illuminate, amanti l’una dell’altra. Dio è solo fonte di divino Bene paradisiaco. Non dimenticatelo mai! Per questa grande consapevolezza i migliori figli di Dio si sono immolati con il dolce e sereno sorriso sulle labbra.

    Noi guardiamo atterriti, addolorati di questa vostra immaturità ma non muti né insensibili.

    Figli della Terra, unitevi in pace con Dio, amatevi gli uni gli altri come fratelli, con giustizia, pace e amore e gettate in fondo agli oceani la materia che vi opprime e vi nega il diritto di entrare in gloria nella grande e beata famiglia universale.

    Lottate! Lottate contro il male, le ingiustizie, gli odi, contro chi vi toglie il diritto di vivere ed evolvere in serena armonia con le leggi celesti. Questo è vostro compito, vostro volere, vostro diritto di figli di Dio. Nessuno tranne voi può farlo perché, in verità voi siete i soli arbitri del vostro destino sulla Terra. Voi siete liberi di scegliere: o con Dio o contro Dio! Il Cielo vi guarda e vi assiste.” Eugenio Siragusa.

     

    A questo punto mi sento di concludere con gli avvertimenti, dati al momento giusto all’umanità per sollecitare un ravvedimento  e l'ubbidienza alla Giustizia Celeste che tutto governa, per difendere l’Amore, quello che ancora per molti, molti giovani rimane un desiderio insopprimibile ma anche la speranza su cui basare la propria vita .

    Oltre la consolazione: l’ora della giustizia negli ultimi messaggi di Eugenio Siragusa:

     

    L’Apocalisse è Iniziata!

    Si sta avverando quanto è stato scritto dall’Apostolo Giovanni!

    L’uomo ha perso la sua dignità Spirituale ed è costretto ad affrontare il Giudizio espresso dal Padre Glorioso tante volte ripetuto affinché l’Umanità si potesse Ravvedere.

    L’acqua, l’aria, la terra ed il fuoco puliranno il Pianeta Terra dalle scorie degenerate e maledette che questa Generazione alimenta giorno dopo giorno.

    Le preghiere non servono a nulla se manca il Ravvedimento e se manca il senso reale della Giustizia Divina. Io non posso evitare di dirvi Addio perché ho provato e provo pena indescrivibile per questa Umanità degenerata e contraria ai Voleri dell’Altissimo Padre Creatore Generoso.

    Vi dico Addio per non provare più pena e sofferenza nel vedere morire quanto il Sole Istruisce e Crea per dare Vita, Giustizia e Amore a chi, veramente, desidera vivere e servire il Prossimo Suo come se stesso. Addio.

    Eugenio Siragusa. Nicolosi, 15 dicembre 2001                                  

     

    “Lo “Spirito Giovanneo”, il Consolatore Promesso alita nei Cieli di questo Mondo.

    L’assoluto potere della Divina Giustizia di Dio è in mano della sua Celeste Milizia affinché venga adempiuta la sua Volontà.

    Questo vi dico, uomini di questo mondo, affinché possiate essere preparati ad assumere le Vostre responsabilità e affinché vi sia concessa conoscenza di una Verità già annunciata da Gesù Cristo e dai suoi Profeti.

    È tempo della “Parusia”, è tempo di grandi mutamenti ed è anche Tempo di Purificazione.

    È stato detto, scritto e tramandato perché nessuno potesse ignorare.

    Vi rammemoro, per virtù ricevuta, che gli eventi apocalittici sono dietro le porte di questo tempo ed “i vivi invidieranno i morti” per quanto i loro occhi saranno costretti a vedere.

    Non saprete né il giorno, né l’ora, ma i Segni in Cielo vi diranno che il tempo è Prossimo.

    Voi che avete Creduto e vi siete Risvegliati ed avete sofferto a causa della Verità non temete perché vostro è il Regno dei Cieli, e vostra la Corona della Vita Eterna.

    Abbiate Pace. Eugenio Siragusa

     

    Dal Cielo alla Terra

    Ora saranno le Potenze Celesti a dare avallo e testimonianza all’Opera Nostra! È vero!

    Una generazione destinata a perire con la complicità di tutti coloro che avrebbero dovuto innalzare il vessillo della Divina Giustizia del Creatore.

    Una generazione drogata fisicamente e psichicamente con il benestare di tutte le Chiese incapaci di suscitare il timore di Dio, timorosi di dire tutta la verità sui celesti segni. Una generazione in mano alle guide cieche, partigiane del Principe di questo mondo, Lucifero e della sua legione.

    Se Satana è stato tanto abile a trascinare gran parte dell’umanità negli oscuri ed immondi meandri degenerativi della natura materiale, Lucifero non è stato di meno nell’adombrare la luce dello spirito di quanti si sono resi servizievoli ai suoi desiderati.

    La Grande Battaglia è al suo epilogo e prossimi i giorni del Giudizio Divino.

    Noi rimaniamo in attesa che le Celesti Potenze abbiano presto a manifestarsi per dire: BASTA!

    Tutto si è compiuto!  Il salvabile venga salvato!

    Eugenio Siragusa

     

    Ultimo Appello

    Cristo lasciò detto: “Io me ne vado e non mi vedrete più”.

    Gesù lasciò detto: “Ritornerò in mezzo a voi, non vi lascerò orfani”.

    Ma è stato anche detto: “Il Padre Mio si è riservato il Suo Tempo; verrà per giudicare i vivi e i morti; verrà per Instaurare il Suo Promesso Regno in Terra”…

    Molti rispondono: Mah!...

    Io vi Annuncio, senza alcun dubbio, che il Suo Tempo è più vicino di quanto possiate credere.

    La Sua Milizia è già All’Opera sulla Terra per preparare il più grande, il più glorioso, il più sublime evento che la storia di questo Mondo ricordi: “La Venuta di Colui che tiene in sé la Giustizia di Dio…”  E non importa come e quando verrà, dove e da chi verrà; importa la Divina Potenza che possiede nella Sua Cosmica Natura Trina ed Eterna.

    Eugenio Siragusa

     

    Oggi, gli Zigos sono sempre più in movimento, e mai nessuna manipolazione o ingegneria atmosferica o elettromagnetica terrestre potrà deviare il loro processo di giustizia, può solo accelerare il processo di autodistruzione di questa umanità.

    Questa è Scienza Naturale.

    E questi Giustizieri operano in sintonia con i Custodi della Legge presenti sulla Terra:

     

    “Quelli che hanno da temere dalla Celeste Giustizia sono tutti coloro che hanno preferito non ravvedersi ed ignorare i reali valori del Bene Universale; valori che sono i soli fautori della libertà e della salvezza eterne. Costoro penseranno di dover solo morire e di finire, così in brevissimo tempo, gli effetti delle loro cause. Ma costoro ignorano che gli effetti delle loro cause saranno i terribili lacci che trasporteranno i loro perversi spiriti in un mondo tenebroso e pieno di insidie, dove le sofferenze avranno la carica dei valori primordiali della materia e dove la vita si spegne attraverso il lungo tempo della sublimazione coercitiva della legge purificatrice. Non vi è appello per costoro, ma un’autorassegnazione capace di spingere le loro coscienze decadute, verso il nuovo inizio, da dove ricominceranno la dolorosa ascesa per la riconquista del bene perduto. Le pratiche per l’edificazione di questa sentenza di condanna e di salvezza sono nelle menti degli Uomini-Angeli che, oggi più che mai, operano e vivono sulla Terra in mezzo egli uomini. Nessuno sa chi sono, da dove sono venuti e che potenza posseggono. In verità è in Loro la potenza di consolare, di distruggere e di edificare. È la Celeste Milizia del Padre Creativo, illuminata dalla Sapienza della Sua Giustizia e del Suo Amore. L’energia che muove gli Universi è la loro forza. La Volontà del Padre creativo è la Loro unica Legge. L’Amore Universale è la sola fonte che li spinge all’Opera. In queste sublimi espressioni di Francescana memoria, alita la loro verace natura vivente: ‘Oh Signore, dove sono le tenebre fa ch’io porti la Luce’.  E, in verità, i portatori di Luce, i custodi di ogni tempo e di ogni generazione sono all’opera per la realizzazione dei profetizzati disegni che nessuno, tranne il Creatore, potrà mai mutare. Non v’è pace per gli empi, dice l’Eterno”.  Eugenio Siragusa.

     

    Orazio Valenti

Scarica libri gratuitamente

Forum

Forum offline

Blog

  • Fukushima, dopo disastro nucleare, farfalle ereditano mutazioni genetiche

    Author Federico

     

    Dallo studio, pubblicato su Nature, risultano ali più piccole e malformazioni agli occhi. "Le alterazioni - dice Joji Otaki professore associato all'Università Ryukyu di Okinawa - sono state trovate in tre generazioni sollevando timori che le radiazioni potrebbero aver generato mutazioni anche in altre specie"

    farafalle_interna
     

    Quando i reattori esplosero il 12 marzo 2011, loro dormivano nella terra in attesa della primavera. Gli studiosi le hanno catturate due mesi dopo la tragedia, le larve avevano lasciato il posto agli esemplari adulti ma nel bozzolo era accaduto qualcosa di nuovo: avevano ali più piccole, occhi irregolari, antenne malformate. Sono le farfalle di Fukushima, il vento nucleare che le investì quando ancora dormivano nelle loro crisalidi ha causato loro delle mutazioni genetiche che si sono trasmesse anche alle generazioni successive. “Attraverso questa farfalla noi monitoriamo l’ambiente in cui vive l’uomo”, spiegano i ricercatori dell’Università di Ryukyus, Okinawa, che le hanno studiate e la cui ricerca è stata pubblicata dalla rivista Nature.

    Si posano leggere tra i petali delle peonie e dei fiori di pesco nelle rappresentazioni dell’arte tradizionale giapponese. Sono note come Pale blue grass per loro colore azzurrino, il loro nome scientifico è Zizeeria maha e in Giappone sono diffusissime. L’esperimento condotto su di loro dall’Unità di Fisiologia Molecolare del Dipartimento di Chimica, Biologia e Scienze Marine dell’università di Okinawa è avvenuto in tre fasi. A fine maggio del 2011 i ricercatori hanno catturato 144 esemplari in 10 diverse aree del Paese, tra cui la zona di Fukushima. Mettendoli a confronto, i ricercatori hanno scoperto che nelle aree sottoposte ad una maggiore quantità di radiazioni erano cresciute farfalle con ali molto più piccole e un apparato visivo sviluppato in maniera irregolare.

    Nella seconda fase, i ricercatori hanno fatto riprodurre queste farfalle in laboratori lontani 1.750 km da Fukushima, in ambienti privi di radiazioni, e hanno notato mutazioni anche nella seconda generazione: nel 18% dei casi, le antenne utilizzate per esplorare l’ambiente e cercare i partner per la riproduzione erano malformate. Sei mesi più tardi, settembre 2011, è partita la terza fase: i ricercatori hanno raccolto 240 nuovi esemplari adulti e hanno scoperto che le farfalle della zona di Fukushima mostravano un tasso di mutazione doppio (il 52%) rispetto a quello riscontrato subito dopo l’incidente. “Siamo giunti alla conclusione – ha spiegato Joji Otaki, professore associato all’Università di Ryukyus – che le radiazioni rilasciate dalla centrale di Fukushima hanno danneggiato i geni delle farfalle e che le mutazioni sono state trasmesse alle generazioni successive, sebbene non fossero evidenti in quelle precedenti”.

    Il team di ricercatori studia la Pale blue grass da 10 anni, considerandola un vero e proprio indicatore ambientale. Nell’ultimo studio condotto prima di Fukushima, avevano “osservato come il colore delle ali sia mutato in conseguenza del riscaldamento globale – ha spiegato ancora Otaki all’AFP – e poiché è un insetto molto diffuso nelle aree urbanizzate, come i giardini e i parchi pubblici delle nostre città, lo consideriamo un indicatore molto attendibile della salubrità degli ambienti in cui vive l’uomo”.  Ora la ricerca dimostra come i radionuclidi rilasciati dall’esplosione dei reattori della Tepco siano in grado di influenzare lo sviluppo degli animali anche molto tempo dopo che le radiazioni residue nell’ambiente sono decadute. 

    La comunità scientifica è divisa. “Questi risultati dicono molte cose sulle conseguenze che l’esplosione potrebbe avere sugli abitanti di Fukushima”, ha spiegato Tim Mousseau, biologo dell’Università della South Carolina, che studia da anni anni gli effetti dell’esplosione di Chernobyl. Kunikazu Noguchi, professore associato di protezione radiologica al Nihon University School of Dentistry, è scettico: “Abbiamo bisogno di più studi per verificare il quadro complessivo dell’impatto sugli animali”.

    Ma gli allarmi si susseguono da tempo. Tracce di cesio vennero trovate prima nelle acque del mare di Fukushima, poi nel riso, quindi lo scorso dicembre nel latte in polvere per i bambini, prodotto dall’azienda nipponica Meiji. Agli inizi di agosto particelle di cesio radioattivo sono state riscontrate nel pesce pescato al largo delle coste delle prefettura di Shizuoka, Niigata e Iwate. Dati più precisi arrivano da una ricerca dell’università californiana di Stanford pubblicata il 17 luglio sulla rivista Energy and Environmental Science: le radiazioni liberate dall’esplosione potrebbero provocare tra 15 e 1.300 morti e tra 24 e 2.500 casi di cancro.

  • In gioco c'è la scelta del suo successore

    Author Federico

    Giacomo Galeazzi e Francesco Grignetti
    Città del Vaticano

    In gioco, come è di tutta evidenza, ci sono gli equilibri più delicati del Vaticano. E lo scontro che si va consumando dietro il Portone di Bronzo riguarda la posta più alta che ci possa essere: la scelta del prossimo Papa. Così la leggono, almeno, gli analisti più fini. Secondo una lettura condivisa anche dall’«intelligence» italiana, è in corso una guerra di posizione tra almeno due schieramenti l’un contro l’altro armati. Da una parte la vecchia guardia, la diplomazia della prestigiosa scuola di piazza della Minerva (Sodano, Sandri). Dall’altra il nuovo che avanza: Bertone e i suoi fedelissimi (Versaldi, Calcagno, Coccopalmerio, Bertello). Che le munizioni siano documenti segreti che finiscono ai media, poco conta. Resta il fatto che i vertici della Santa Sede stanno smottando, una casella alla volta. Tutti gli «infedeli» debbono essere cacciati, nessuno deve rimanere in sella. Prima il segretario generale del Governatorato, l’arcivescovo Carlo Maria Viganò. Poi il presidente dello Ior, Ettore Gotti Tedeschi.



    Non è un mistero che nel mirino dei «corvi» ci sia ora il segretario di Stato, Tarcisio Bertone. Ieri il Pontefice ha esternato pubblica fiducia verso i suoi più «stretti collaboratori» proprio per puntellare la posizione del suo braccio destro. E’ la gestione bertoniana, però, che avrebbe scatenato la faida dentro la Curia vaticana. Un passo, in particolare. La nomina da parte del Papa di 22 nuovi cardinali nel concistoro del 18 febbraio. Erano mesi che se ne parlava nei corridoi del Vaticano. Ma quando si sono conosciuti i nomi, alla corrente ostile a Bertone è parso chiaro che gli equilibri nel Sacro Collegio stavano cambiando perché molti dei nuovi cardinali erano italiani e molti quelli considerati di osservanza bertoniana. E così un intellettuale cattolico che parla chiaro come lo storico Alberto Melloni spiegava fuori dai denti: «Ormai lo hanno capito anche i sassi, è dentro il cuore del potere curiale che si addensa il grosso delle tensioni e delle insoddisfazioni».



    Certo, nel collegio cardinalizio la componente italiana è molto forte, ma da che mondo è mondo i cardinali non hanno mai votato guardando alla bandiera. Gli italiani hanno perso il conclave nel ‘78 e nel 2005 non perché fossero pochi ma perché erano divisi. La maggioranza nel prossimo conclave, dunque, è la vera posta in gioco. Ovvero gli equilibri tra le diverse cordate.

    Il tutto in vista di una scadenza che è nella natura delle cose, considerando che Benedetto XVI ha compiuto 85 anni. L’accenno di ieri all’adempimento del suo ministero conferma che Benedetto XVI non ha la benché minima intenzione di dimettersi. Una proposta che il direttore del «Foglio» Giuliano Ferrara, tra gli altri, è tornato a prospettare in questi giorni. «Elucubrazioni giornalistiche», l’ha liquidata il portavoce vaticano Federico Lombardi. Lo stesso Ratzinger, peraltro, non aveva escluso l’ipotesi di dimettersi, nel libro-intervista «Luce del mondo», qualora non fosse più in grado di guidare la Chiesa per impossibilità fisica, psicologica o spirituale, ma aveva precisato che un comandante non lascia la nave nei momenti di difficoltà.



    Intanto si annuncia ormai un nuovo concistoro, che si dovrebbe tenere a dicembre e che qualcuno Oltretevere chiama «di risarcimento» perché dovrebbe ristabilire gli equilibri destabilizzati dall’ultima infornata di porporati. Anche gli episcopati nazionali manifestano malumore per la sproporzione tra capidicastero premiati con la berretta cardinalizia e Chiese locali sottorappresentate nel Sacro collegio.


    La tempistica della fughe di documenti fa pensare ad un piano predefinito, ma resta da vederne gli effetti. Quanto la «guerra dei veleni» all’interno della Curia romana può accrescere o diminuire le chance di ascesa al Soglio di Pietro di un candidato italiano dopo due pontefici stranieri? Uno scenario sotto osservazione dell’«intelligence» soprattutto da quando un papabile italiano (l’arcivescovo di Milano, Angelo Scola) è in pole position per la successione. «Il Papa non è fuori dalla disputa, alla fine farà giustizia ed emergerà chiaramente chi avrà vinto e chi avrà perso in questa contesa», assicura un cardinale «mediano» tra le due fazioni in lotta. La commissione cardinalizia non fa sconti, tiene «audizioni» con monsignori e porporati, riferisce personalmente al Pontefice ciò che di più grave emerge. L’attenzione è focalizzata in particolare su un cardinale di Curia di lungo corso.



    «I cardinali rispondono al Papa, se ci sono problemi seri che riguardano un cardinale sicuramente dev’essere coinvolto - spiega padre Lombardi -. Non può dipendere dal capo della Gendarmeria o dal magistrato inquirente se interrogare o meno un cardinale». La commissione d’inchiesta raccoglie testimonianze e informazioni su Vatileaks, ma è tutt’altro che risolta anche la partita-Ior. Nel «direttorio» della banca del Papa, i cardinali Nicora e Tauran hanno chiesto chiarimenti sulla sfiducia a Gotti Tedeschi. «Non poteva restare presidente: faceva scenate in consiglio e trattava male gli altri componenti laici del board», spiega un banchiere vicino a Bertone. Se l’orizzonte ultimo è il conclave, la tappa intermedia è la segreteria di Stato. A dicembre Bertone compie 78 anni e il Papa potrebbe sostituirlo per pacificare la Curia. A seconda se al suo posto andrà il ministro degli Esteri Mamberti (continuità) o Sandri (cambio di direzione) si capirà quale fazione ha avuto la meglio.

    FONTE

  • Il controllo del pianeta

    Author Federico

    Il controllo del pianeta


    Il minimo che animali da compagnia di qualsiasi genere possano aspettarsi dai loro padroni è il cibo, aria e acqua pulita come anche le cure necessarie quando si ammalano. Dall'altra parte, questo è quello che, come sappiamo, sta accadendo all'umanità:


    1) Organizzazioni globaliste come il Codex Alimentarius si stanno gradualmente assicurando che tutto il "cibo" di cui si nutrono gli umani venga snaturato, irradiato e privato degli enzimi necessari, minerali, acidi grassi nutrienti ed essenziali. Al loro posto il gregge umano viene obbligato a consumare cibo trattato, gran parte del quale è geneticamente manipolato, contenente ingredienti cancerogeni e conservanti. Presto diventerà illegale possedere, figuriamoci piantare sementi naturali. Il "cibo" ci fa letteralmente ammalare.
    2) Le medicine forniteci dal cartello farmaceutico ci fanno ammalare e i trattamenti medici forniti dal sistema medico sono ugualmente inefficaci, ci fanno peggiorare quando non ci uccidono. Vaccini corretti con virus e coadiuvanti provocano il cancro e rendono i bambini autistici, oppure provocano loro le convulsioni. La combinazione tossica di vaccini, farmaci, cibo geneticamente modificato, acqua col fluoro hanno causato il diffondersi della sterilità nei maschi umani. Centinaia di Supplementi Naturali verranno banditi nell'Unione Europea quest'anno, e nel resto del mondo a seguire.
    3) Le scie chimiche nei nostri cieli diffondono sostanze inquinanti che causano malattie e che potrebbero persino influire sul DNA. Corporazioni transnazionali deturpano sistematicamente l'ambiente con inquinanti tossici; un perfetto esempio recente è la British Petroleum, che ha deliberatamente avvelenato il Golfo del Messico con petrolio e disperdenti con conseguenze a livello planetario. A Fukushima va avanti la fissione spontanea; i radionuclidi verranno dispersi nella corrente a getto che diffonderà i particolati altamente tossici in tutto il pianeta. Fukushima è stato un evento pianificato. Piante e animali geneticamente modificati, introdotti nell'ecosistema, stanno causando mutamenti nelle colture naturali e nella vita selvatica. Sta morendo un enorme numero di api. HAARP e armamenti creano "disastri naturali" artificiali in tutto il mondo, diminuendo ulteriormente il cibo naturale. I mercati vengono manipolati a New York e Chicago facendo aumentare i prezzo degli alimenti, con conseguenze aumento della fame.
     4) Un sistema di Fiat Currency (sistema di denaro virtuale) ha indebitato ogni nazione sulla Terra nei confronti del cartello bancario internazionale, che è lo strumento operativo principale dei padroni Rettiliani sul pianeta. Innumerevoli persone e famiglie in Occidente sono state rese finanziariamente indigenti mentre i popoli del Terzo Mondo lo sono stati già da molto tempo.
    5) La gente viene "dis-istruita". Il sistema di istruzione è gestito da comportamentisti e psicologi che usano le tecniche skinneriane (da B.F. Skinner, psicologo americano, ndr). Di conseguenza, intere generazioni sono assolutamente incapaci di pensare in modo indipendente. La serie di terribili cataclismi geologici conseguenti a comete e forse guerre interplanetarie vengono accantonate come assurdità dagli pseudoaccademici del sistema. I significati delle parole sono stati distorti. Invasioni militari vengono descritte come "interventi umanitari". Chi protesta contro la guerra viene definito "terrorista" e chi crede nella Verità (ad es. qualsiasi verificabile verità che contrasti con il consenso dei media corporativi) viene demonizzato come "estremista". Quanto sopra e molto altro potrebbe essere attribuito puramente agli umani, se non fosse per gli innumerevoli, documentatissimi racconti di abduction di umani da parte di Rettiliani. I Rettiliani sono una realtà oggettiva. Vi sono moltissimi video su Youtube e Google che mostrano ibridi umano-rettiliani con pupille verticali in televisione, che manipolano e mentono al pubblico. Le loro pupille verticali e occasionali mutamenti di forma li tradiscono. Il rapporto di ibridi umano-rettiliani in posizioni di potere e influenza rispetto agli "umano normali" dovrebbe far pensare chiunque a chi e cosa controlli veramente il pianeta. Prima di tutto dobbiamo riconoscere lo stato di Vassallaggio Cosmico in cui ci troviamo. Se si sveglierà in tempo un numero sufficiente di persone, riconoscendo la realtà del Dominio Rettiliano, potremo ancora affermare la nostra libertà e liberarci dal giogo della loro oppressione. Non è troppo tardi. Se pensate che mi stia inventando tutto, allora date un'occhiata alla Luna...

Demo

La separazione tra Giorgio ed Eugenio.

"Eugenio: che sono i valori iniziali...i miei valori iniziali che non erano quello di oggi
Miguela: finchè tu seguivi una certa scia era comprensibile che tu usassi i suoi simboli
Eugenio: eh... eh...     
Miguela: ..... perchè la gente è confusissima
Giorgio: non mi interessa della gente"

Guarda video

Demo

I Black Men sono terrestri

Questi strani individui vestiti in nero e con occhiali, non sono, come qualcuno ha affermato, Extraterrestri, ma terrestri al servizio delle forze dissuasive di quelle superiori verità che la grande massa dell'Umanità non deve conoscere

read more