Il fermento della nuova genetica giovanile

Il fermento della nuova genetica giovanile.

Brava a suo tempo la Seven Suzuki di 13 anni, che ha parlato al congresso delle Nazioni Unite nel 1992, inascoltata, ed oggi la Greta Thuberg di 15 anni, che ha parlato alla ennesima ed inutile Conferenza Mondiale sul Clima, con meravigliose ed illuminate parole.

Discorso di Severn Suzukiy (la bambina che zittì il mondo per 6 minuti)

“Buonasera sono Severn Suzuky e parlo a nome di Environmental Children Organization. Siamo un gruppo di ragazzini di 12e 13 anni e cerchiamo di fare la nostra parte, Vanessa Suttle, Morgan Geisler e Michelle Quaigg e me. Abbiamo raccolto da noi tutti i soldi per venire in questo posto lontano 5 mila miglia per dire alle Nazioni Unite che devono cambiare il loro modo di agire. Venendo a parlare qui, non ho un’agenda nascosta, sto lottando per il mio futuro. Perdere il mio futuro non è come perdere una elezione o alcuni punti sul mercato azionario, sono qui a parlare a nome delle generazioni future, dei bambini che stanno morendo di fame in tutto il pianeta e le cui grida rimangono inascoltate. Sono qui a parlare per conto del numero infinito di animali che stanno morendo nel pianeta perché non hanno più alcun posto dove andare. Ho paura di andare fuori, al sole, perché ci sono dei buchi nell’ozono; ho paura di respirare l’aria perché non so quali sostanze chimiche contiene. Ero solita andare a pescare a Vancouver la mia città con mio padre, ma solo alcuni anni fa abbiamo trovato un pesce pieno di tumori e ora sentiamo parlare di animali e piante che si estinguono, che ogni giorno svaniscono per sempre. Nella mia vita ho sognato di vedere grandi mandrie di animali selvatici e giungle e ​foreste pluviali piene di uccelli e farfalle ma ora mi chiedo se i miei figli potranno mai vedere tutto questo. Quando avevate la mia età vi preoccupavate di queste cose? Tutto ciò sta accadendo sotto i nostri occhi e ciò nonostante continuiamo ad agire come se avessimo a disposizione tutto il tempo che vogliamo e tutte le soluzioni.

Io sono sola una bambina e non ho tutte le soluzioni ma mi chiedo se siete coscienti del fatto che non le avete neppure voi. Non sapete come si fa a riparare i buchi nello strato di ozono, non sapete come riportare indietro i salmoni in un fiume inquinato, non sapete come si fa a fare ritornare in vita una specie di animale estinta, non potete fare ritornare le foreste che un tempo crescevano dove ora c’è un deserto.

Se non sapete come fare a riparare tutto questo per favore smettete di distruggerlo. Qui potete essere presenti in veste di delegati del vostro governo, uomini di affari, amministratori di organizzazioni, giornalisti o politici ma in verità siete madri e padri, fratelli e sorelle, zii e zie e tutti voi siete anche figli. Sono solo una bambina ma so che siamo tutti parte di una famiglia che conta 5 miliardi di persone, per la verità una famiglia di 30 milioni di specie, e nessun governo, nessuna frontiera potrà cambiare questa realtà. Sono sola una bambina ma so che dovremmo tenerci per mano e agire insieme come un solo mondo che ha un solo scopo, la mia rabbia non mi acceca e la mia paura non mi impedisce di dire al mondo ciò che sento. Nel mio paese produciamo così tanti rifiuti, compriamo e buttiamo via, e tuttavia i paesi del nord non condividono con i bisognosi. Anche se abbiamo più del necessario abbiamo paura di condividere, abbiamo paura di dare via un pò della nostra ricchezza. In Canada viviamo una vita privilegiata, siamo ricchi di acqua, cibo, case, abbiamo orologi, biciclette, computer e televisioni. La lista potrebbe andare avanti per due giorni. Due giorni fa qui in Brasile siamo rimasti scioccati mentre trascorrevamo un pò di tempo con i bambini di strada. Questo è ciò che ci ha detto un bambino di strada: “Vorrei essere ricco e, se lo fossi, vorrei dare ai bambini di strada cibo vestiti e medicine, una casa, amore ed affetto”. Se un bimbo di strada che non ha nulla è disponibile a condividere, perché noi che abbiamo tutto siamo ancora così avidi?  Non posso smettere di pensare che quelli sono bambini che hanno la mia stessa età e che nascere in un paese o in un altro fa ancora tanta differenza, che potrei essere un bambino in una favela di Rio o un bambino che muore di fame

in Somalia, una vittima di guerra in Medio Oriente o un mendicante di India. Sono solo una bambina ma so che se tutto il denaro speso in guerre fosse destinato a cercare risposte ambientali, terminare la povertà e per siglare degli accordi, che mondo meraviglioso sarebbe questa Terra! A scuola persino all’asilo ci insegnate come ci si comporta al mondo, ci insegnate a non litigare con gli altri, a risolvere i problemi, a rispettare gli altri, a rimettere a posto tutto il disordine che facciamo, a non ferire altre creature, a condividere le cose, a non essere avari. Allora perché voi fate quelle cose che ci dite di non fare?  Non dimenticate il motivo di queste conferenze e perché le state facendo! Noi siamo i vostri figli, voi state decidendo in quale mondo noi dovremo crescere. I genitori dovrebbero poter consolare i loro figli dicendo “Tutto andrà a posto, non è la fine del mondo, stiamo facendo del nostro meglio”, ma non credo che voi possiate dirci queste cose. Siamo davvero nella lista delle vostre priorità? Mio padre dice sempre “Siamo ciò che facciamo non ciò che diciamo”. Ciò che voi state facendo mi fa piangere la notte. Voi continuate a dire che ci amate, ma io vi lancio una sfida: per favore fate che le vostre azioni riflettano le vostre parole. Grazie”.

Discorso di Greta Thuberg, Sabato 16 dicembre 2018, alla Conferenza sul cambiamento climatico organizzata dalle Nazioni Unite a Katowice, in Polonia

 “Ho15 anni e vengo dalla Svezia. Molte persone dicono che la Svezia sia solo un piccolo paese e non importa quello che facciamo, ma ho imparato che non sei mai troppo piccolo per fare la differenza. E se pochi bambini possono ottenere grandi titoli sui giornali e le TV di tutto il mondo, solo facendo uno sciopero a scuola, immagina cosa potremmo fare tutti noi insieme, se davvero volessimo. Ma per farlo dobbiamo parlare chiaramente. Non importa quanto possa essere scomodo. Tu (politico, adulto) parli solo di crescita economica illimitata e verde, perché hai troppa paura di perdere il consenso. Parli solo di andare avanti con gli stessi concetti sbagliati, quelli stessi che ci hanno messo in questo casino, anche quando l’unica cosa sensata da fare, è quello di tirare il freno di emergenza. Non siete abbastanza maturi per dire la verità e lasciate tutto il peso (delle decisioni) ai vostri figli. A me non interessa essere acclamata dal popolo, mi interessano la giustizia climatica e il nostro Pianeta verde. La nostra civiltà intera viene sacrificata per il privilegio di un numero molto piccolo di persone che continuano ad aumentare la loro enorme ricchezza. La nostra biosfera viene sacrificata, in modo che i ricchi che vivono in paesi come il mio, possano vivere nel lusso. Sono le sofferenze dei molti che pagano per il lusso dei pochi. L’anno 2078 celebrerò i miei 75 anni. Se avrò figli, forse passeranno quella giornata con me, forse mi chiederanno di voi, forse mi chiederanno perché non avete fatto nulla mentre c’era ancora tempo per agire. Dite di amare i tuoi figli sopra ogni cosa, eppure state rubando il loro futuro, proprio davanti ai loro stessi occhi. Fino a quando non iniziate a concentrarvi su ciò che deve essere fatto, piuttosto che ciò che è politicante accettabile, non c’è speranza. Non possiamo risolvere una crisi senza trattarla come una crisi. Dobbiamo lasciare i combustibili fossili nel sottosuolo e dobbiamo concentrarci sull’equità. E se le soluzioni all’interno di questo sistema sono così impossibili da trovare, allora forse dovremmo cambiare il sistema stesso. Non sono venuta qui per pregare i nostri leader di prendersi cura di noi, voi ci avete ignorato in passato e ci ignorerete di nuovo in futuro. Avete finito le scuse e sta finendo il tempo disponibile. Sono venuta qui per farvi sapere che il cambiamento sta arrivando, che vi piaccia o no. Il vero potere appartiene alla gente. Grazie”.

Si scrive su “Il Cambiamento”: Le azioni di Greta hanno ispirato altri adolescenti e giovani che hanno scioperato per focalizzare l’attenzione sul problema del cambiamento climatico.

Il 18 gennaio migliaia di giovani sono scesi nelle strade di tutta la Svizzera per uno “sciopero del clima”. Scolari, studenti e apprendisti hanno saltato le lezioni per manifestare, chiedendo che le emissioni di gas serra siano eliminate entro il 2030 e che venga dichiarata l’emergenza ambientale. A Losanna vi erano oltre 8000 giovani. Eloquenti i numerosi cartelloni branditi dalla folla, che hanno preso di mira il nucleare e affrontato temi come l’innalzamento del livello degli oceani. “Salvare la Terra non è domandare la Luna” e “Non c’è un pianeta B” recitavano alcune delle scritte apparse. A Zurigo erano in 2000, altre migliaia a Ginevra e Basilea, in centinaia in altre città svizzere.

Lo scorso novembre in migliaia di studenti erano invece scesi in piazza nelle città australiane con l’azione chiamata “Strike 4 Climate Action” e avevano chiesto al primo ministro misure per contrastare il cambiamento climatico”.

Ecco che i giovani oggi condannano e si ribellano ai governanti, multinazionali, guerrafondai, banchieri, top manager, politici, inquinatori della natura e dicono: “Cosa avete fatto del nostro Pianeta, della nostra vita. Che Mondo ci lasciate, dopo di averci fatto nascere?” Un mondo di oligarchi e morti di fame e violenza, di governanti ottenebrati dai compromessi.

Ci siamo dimenticati e non è stato dato il giusto valore a quanto ci avevano consigliato ed ammonito i nostri Fratelli di altri Pianeti attraverso Eugenio Siragusa fin dagli anni ’70. Ricordiamocelo!:

Messaggio dell’Extraterrestre ADONIESIS per tutti i giovani del Pianeta Terra

A voi questo messaggio, giovani uomini di questo Mondo, a voi questo nostro Fraterno Universale Appello, a voi che sperate in un migliore destino saturo di Giustizia, di pace, di Amore e di Fraterna Concordia. A voi questo Messaggio di Universale Amore Fraterno che ci auguriamo gradito ai vostri cuori, affinché possiate sentirvi uniti all’ansia nostra e di tutti i giovani che come voi vivono nei Mondi di altre costellazioni già coscienti degli Alti Valori Spirituali e Materiali che pervadono il Manifestato scaturente dalla Suprema Intelligenza Creativa. A voi, giovani del Pianeta Terra, che sarete gli artefici del Terzo Millennio, la Linfa Spirituale e Materiale del Rinnovamento, la Forza insopprimibile del mutamento del male in Bene, della guerra in Pace, dell’odio in Amore, del dolore in Felicità, dell’ipocrisia in Sincerità, dell’ingiustizia in Giustizia. Il Mondo, l’Umanità, noi e tutte le creature dell’Universo, hanno bisogno di voi, del palpito giovane dei vostri cuori, delle visioni dei vostri Spiriti, della possibilità animica della vostra umana natura. Anche la Natura vi chiama in questo periodo di tormento per ogni cosa che agonizza e si spegne lentamente per sempre. Tutto sulla Terra ha bisogno di voi per mettere le cose al loro giusto posto e dare un volto al Mondo che vi ospita. Anche la Luce del Sole si affievolirebbe se venisse a mancare il vostro entusiasmo, e senza il vostro giovane Amore ogni cosa distesa diventerebbe una silenziosa landa di vita. I vostri sentimenti di dignità Spirituale, Morale e Sociale, devono dimostrare a chi ancora non è in grado di comprendere, che la vita è letizia se ad essa viene data la Luce della Verità che è stata portata sulla Terra da Colui che ritornerà su questo vostro Pianeta per portarvi la Nuova Legge. Adoperatevi, giovani uomini della Terra, affinché il male non abbia a prevalere. Grave e minacciosa è la schiera degli empi partigiani di una scienza distruttiva e mortale. Molti di voi sono divenuti strumenti degli empi che godono del vostro dolore, della vostra disperazione, del vostro accecato desiderio di Amare, di vivere in Pace e di godere di una libertà sana e giusta tesa verso la ricerca del Sommo Bene Universale. Adoperatevi, giovani uomini della Terra, affinché il Bene trionfi nel giusto diritto e nel giusto dovere e affinché il frutto del pensiero sia frutto del Progresso, di quel progresso dove non vi è posto per la guerra, per l’odio, per l’ingiustizia, per il dolore e per l’ipocrisia.

Adoniesis. Catania, 17/2/1971

Badate seriamente e coscienziosamente alla gioventù.

Se trascurerete ulteriormente le loro naturali esigenze, porrete in fermento negativo i loro avanzati ideali di giustizia, di pace e di amore.

Le loro reazioni odiose e delittuose si amplificheranno e difficile sarebbe contenerle. Il loro Processo genetico ha subito profonde modificazioni e se questo processo verrà ignorato, la loro dinamicità psichica sarà seriamente turbata con conseguenze gravi. È bene che sappiate ancora che le vibrazioni mentali dei vostri giovani sono vincolate da ideali comuni, anche se in parte strumentalizzate dalle forze oscure del potere egoistico che vuole dividere invece di unire.

Sui nostri pianeti la gioventù è la continuazione non solo della specie ma anche degli Alti Valori Spirituali, Morali, Sociali e Scientifici della nostra Evoluta Civiltà. Su di loro è rivolta la nostra massima attenzione e le nostre cure sono vivificate dalla perfetta conoscenza del continuo processo evolutivo della specie.

Noi osserviamo che la gioventù terrestre è abbandonata a sé stessa o circuita e resa sterile, o peggio, strumentalizzata, per fini non certamente nobili.

Sappiate infine che i giovani del vostro pianeta posseggono dei nascosti poteri psicofisici da non trascurare ma da educare e porre in profitto per un apporto decisamente evolutivo in tutti i campi del vostro piano esistenziale.

Vi esortiamo a badare seriamente e coscienziosamente alla vostra gioventù.

Pace. Dalla Cristal‑Bell Woodok

Nicolosi, 4 febbraio 1977 – ore 12,00

Ai Governanti della Terra.

Dalla Cristall-Bell

Vi avevamo, premurosamente, consigliato di rivolgere le massime cure alla vostra Giovane Generazione. Non avete voluto prendere in seria considerazione questo nostro avvertimento. Avete, come è vostra abitudine, scrollato le spalle rivolgendo il vostro interesse alle sporche faccende demagogiche a cui siete legati e con cui ingannate, circuite per stabilizzare il vostro egoistico potere, servendovi di una Sapienza diabolica, priva di quella Grande e feconda Virtù che è la Saggezza.

Vi avevamo anche avvertiti che la vostra Gioventù ha realizzato Valori genetici che li conduce ad odiare il male, a contestare gli errori e l’ipocrisia, a lottare per una sana e fraterna convivenza, per un Mondo migliore, felice, fecondo di Giustizia, di Pace e d’Amore. La vostra Gioventù diverrebbe una violenza distruttrice irrefrenabile, impetuosa se non avallate seriamente, sinceramente e responsabilmente gli aneliti dei loro Spiriti lievitanti verso quelle frontiere da cui noi proveniamo per portare sulla Terra la Radiosa Luce del Bene Universale e della Cosmica fratellanza.

Attenti, dunque, attenti e ascoltateci. Noi sappiamo quello che accade e quello che potrebbe accadere se non farete presto e bene. Rivolgete le vostre più vive e costruttrici attenzioni alla vostra Gioventù, affinché il Bene che possiede non venga tramutato in male e affinché la loro giovanile forza serva a far fermentare la Saggezza nei loro spiriti e la positiva Sapienza nelle loro menti per un futuro carico di felice e sana esistenza. Pace a tutti.

Dalla Cristall-Bell- Woodok

Nicolosi, 8 marzo 1978 ore 11,10

Manipolazioni Genetiche

Sono in corso di svolgimento “manipolazioni genetiche” per lo sviluppo di alti valori fisico‑spirituali in alcuni soggetti predisposti e attivamente sondati.

Questo nostro attivo intervento mira ad edificare una nuova e stabile struttura genetica, capace di far emergere una precisa qualità di uomini e di donne dotati di un evoluto complesso di valori altamente evolutivi proiettati nell’opposta direzione degli attuali decadenti, deteriorati dinamismi biopsichici.

Ciò che la nostra alta Scienza Cosmica si propone, è rendere immuni dall’ “Harbar” soggetti particolarmente sensibili e con caratteristiche ben precise. Sono state già attuate “manipolazioni genetiche” in diverse zone del vostro pianeta con ottimi risultati. Alcuni giovani nati da questo processo, oltre a possedere una spiccata capacità intuitiva, conservano inalterate altre capacità psico‑spirituali eccellenti e una coscienza, praticamente, quadridimensionale. Spesso, dimostrano chiaramente di essere estranei al corrente concetto esistenziale della moltitudine e criticano, severamente, l’opulento e degradante sistema morale, economico, politico, religioso e scientifico. Sono per un mondo felice, privo di ipocrisia, illuminato di saggia giustizia, di fraterno amore e di non violenza. Sono consapevoli di aver ricevuto qualcosa di bello ed importante dall’esterno e non riescono a contenere la gioia. Dicono: “Non siamo di questo mondo”.

E non vi dovete affatto stupire, perché, in realtà, la risultante delle loro coscienze e dei valori che esprimono e praticano è elaborata e strutturata da una genetica che esula da quella che la gran parte dell’Umanità del vostro pianeta possiede.

Questo è quanto dovevo comunicarvi. Pace a tutti.

Hoara dalla Cristal‑Bell. Nicolosi, 18 marzo 1978

Preciso che il coraggio di alcuni bambini e giovani, fa parte di una coscienza superiore rispetto a quella dei gestori dell’umanità terrestre. Le espressioni “manipolazioni genetiche” da parte dei Custodi della evoluzione interplanetaria, non sono come le manipolazioni da laboratorio della scienza terrestre. Una serie di giovani oggi sono particolarmente sensibilizzati sui concetti superiori di Genetica Spirituale, non biofisica, perché sono nati con una predisposizione generazionale in sintonia con il Pianeta ed il Cosmo.

Anche se, purtroppo, molti di questi vengono condizionati, fin dalla nascita, alla degenerazione della società terrestre. Infatti:

È questa la vostra Civiltà?

Avete mandato in perdizione la preziosa linfa della vita sul vostro pianeta: la Gioventù.

Ora, come vi è stato anticipato, altro non vi rimane se non l’immagine di una mostruosa crescita di violenza e di morte che ammanta inesorabilmente le giovani esistenze spinte nel crogiolo della dissoluzione e della disperazione più acuta e disgregante.

La società è colpevole di questo grave delitto e ne piange già le conseguenze. L’immediato futuro sarà ancora più tragico, più nefasto, più spaventoso se non vi preoccuperete di fermare questa progressiva, inesorabile perdizione che attanaglia la vostra gioventù. Questo in forza a quanto è stato a suo tempo detto: “Badate seriamente e coscienziosamente alla vostra Gioventù”

L’Amico dell’Homo, Eugenio Siragusa

Nicolosi 10 settembre 1987

Ancora una volta, e sempre, inascoltati, per i meschini ed assassini interessi egoistici e di potere. Su cosa? Su un’autodistruzione che coinvolgerà principalmente i responsabili. Ma i bambini, i nuovi giovani, portatori di una nuova genetica no.

Abbiate coraggio dunque, e non temete, giovani cari al Padre di ogni cosa, i vostri Fratelli di altri Pianeti sono con voi.

Era stato raccomandato all’umanità terrestre:

“La Gioventù continua a perdersi, negli oscuri meandri di questa Società degenerata, priva di elementari Valori sociali e morali.

Le immagini orripilanti dei film televisivi mirano sempre più a sconvolgere i Valori Fondamentali che dovrebbero, più di ogni cosa, spingere i Giovani ad evitare tutte quelle strumentalizzazioni che gli squadroni della morte e della sanguinaria violenza offrono, quotidianamente, con diabolica arte e con cinica, mostruosa disinvoltura.

Sino a quando la Gioventù non sarà in grado di respingere questi allettamenti diabolici, la Speranza di sopravvivenza sarà destinata a morire.

Allora, l’albero della Vita dovrà essere reciso per poi rinnovarlo”.

Eugenio Siragusa. Nicolosi, 8 aprile 1992

 “Se non curate l’Albero della Vita, che frutti sperate di raccogliere?

Sono stati i nostri Padri ad innestare il vostro primo albero della Vita. I Figli di Dio si sono innamorati delle Figlie degli uomini e le hanno sposate. Un albero, fecondato da una Nuova Forza Genetica che avrebbe dovuto dare Frutti Migliori, se fosse stato curato, potato e coltivato con Solerzia Spirituale e con le Leggi dell’Archetipo, Fecondatore di Vita, per Supremo Volere dello Spirito Creativo. Il Programma è rimasto, anche se i germogli nuovi hanno portato con sé una linfa degenerata, priva della Genuina Forza, resa quasi sterile ed incapace di rigenerare i Valori Innestati con una genetica primaria, capace di sviluppare ed alimentare sempre più e meglio l’Albero della Vita e renderlo Fecondo, Fruttificante di buoni frutti. Ancora, dopo tanto tempo, l’Albero della vostra Vita appare agonizzante, quasi sterile. La Vite, il Tralcio, l’Uva? Ma che cosa avete capito? Come, come avete lavorato la Vigna del Signore? L’Albero Nuovo sta per essere trapiantato e i Giardinieri del Cosmo sono già all’Opera, I buoni germogli del vecchio albero saranno innestati nel Nuovo e da essi nasceranno i Frutti che lo Spirito del Signore gusterà per la Sua Gioia Eterna”.

Pace. Adoniesis. Nicolosi, 21/4/1977 ore 11,20

Ora che i nostri Fratelli Maggiori hanno fatto il loro dovere:

“Il Grande Silenzio”.

Gli uomini hanno fatto la loro Scelta!

“Il Cielo tace!”

Il Ravvedimento è venuto meno e le perversità dilagano, ampliando l’uragano della violenza e della dissoluzione.

Il conto alla rovescia è già iniziato per il vecchio Mondo saturo di perdizione e di malvagità. Gli Eventi prossimi a manifestarsi annunceranno l’Inizio di un Severo Processo, che non sarà meno rigido di quello che sentenziò la fine di Sodoma e Gomorra.

Il Grande Castigo si profila con tutti gli atti annunciati e i guai impregneranno l’atmosfera della Terra di dolore, di disperazione e di affanni mai vissuti dalle passate generazioni. Il padre piangerà sui figli e i figli piangeranno sui padri, i mariti sulle mogli e le mogli sui mariti, i vecchi sui giovani e i giovani sui vecchi, i potenti sui deboli e i deboli sui potenti.

Ogni cosa verrà inesorabilmente investita dal Fuoco Purificatore affinché possa rinascere ogni cosa mondata dal male e dalla corruttibilità. Il Nuovo Cielo e la Nuova Terra sorgeranno e la cenere del vecchio rifocillerà il Nuovo Albero della Vita affidato ai Beati Figli del Regno della Luce.

Il Cielo tace e taccio anch’Io.

E.S. Nicolosi, 26/12/1981