Con sublime AMORE il Consolatore ha Consolato con la Conoscenza che rende liberi

Ripeteva Eugenio spesso: “La differenza tra il MALE e il BENE sta nel fatto che il MALE è fine al BENE, mentre il BENE è fine a sé stesso. Ma se sperimentate il MALE e non lo superate, non potete perseguire il BENE”

Ecco perché ho insistito sulla conoscenza di ciò che non si doveva fare, per essere predisposti a perseguire il BENE, quello che ci era stato elargito ampiamente, ma siamo stati duri di collo nel metterlo assolutamente in pratica.

“Dalla Terra a voi, dilette sorelle e diletti fratelli nostri che siete viventi nel Mondo per essere ancora una volta strumenti della Divina Intelligenza e per apparecchiare, insieme allo Spirito di Verità, la Venuta del Figliol dell’uomo e per essere partecipi nell’Edificazione del suo Celeste Regno in Terra.

FU  DETTO E  SCRITTO :

“Ma quando sarà venuto il Consolatore, ch’io vi manderò dal Padre, lo Spirito di Verità che procede dal Padre, egli mi renderà testimonianza, perché siete stati con me fin da principio”. “È meglio per voi che me ne vada; perché, se io non me ne vado, non verrà il Consolatore, e se me ne vado, lo manderò a voi. E, venendo, egli convincerà il Mondo riguardo il peccato, alla Giustizia e al Giudizio. Il peccato, per non aver creduto in me; la Giustizia, perché io vado al Padre Mio e non mi vedrete più; il Giudizio, perché il principe di questo Mondo è già giudicato”. “Molte cose avrei ancora da dirvi: ma ora non ne siete capaci. Quando però sia venuto quello Spirito di Verità, Egli vi ammaestrerà in ogni vero, perché non vi parlerà da sé stesso, ma dirà tutto quello che avrà udito e vi annunzierà l’Avvenire. Egli Mi Glorificherà, perché riceverà del Mio e ve lo Annunzierà. Tutto quello che ha il Padre è Mio; per questo ho detto che riceverà del mio e ve lo annunzierà”.

 Adoniesis. Valverde 12/7/1974

“E, in verità, sorelle e fratelli nostri cari, lo Spirito di Verità è stato in mezzo a voi per risvegliare nei vostri spiriti la Luce della Verità che era stata slegata dal Divino Volere e che ora, per lo stesso Volere, si è slegata; affinché   sappiate di essere nel Mondo, viventi, e perché sappiate ancora che il tempo è venuto e che il Ritorno del Figliol dell’Uomo è prossimo. Ora è tempo che ogni anima si ravveda secondo gli insegnamenti ricevuti ed abbia piena coscienza di quanto è stato profetizzato da Colui che, per mezzo dei suoi Angeli, vi concede testimonianza e conoscenza. Tutti i Segnati sono stati toccati e molti chiamati. Noi, Figli della Fiamma, abbiamo fatto questo per Supremo Volere e per Supremo Volere abbiamo rivolto il nostro sguardo fraterno e amoroso verso ognuno di voi affinché nessuna avversità potesse turbare il vostro Risveglio alla Verità. Ora, poiché il tempo dei grandi Avvenimenti si fa prossimo e le doglie incominciano, è giusto che ogni Spirito sia pieno di Grazie e il Signore sia con voi in Spirito Santo e Verità. State uniti e allontanate i tiepidi, i curiosi e coloro che domandano per poi dimenticare e per togliervi il tempo che dovete dedicare agli spiriti accesi e pronti a rinunciare a se stessi per la Suprema Gloria di Dio. Chi è nella Verità, siatene certi, rimarrà con il lucignolo acceso ed avrà nel proprio cuore la luce della letizia e la Pace del Principe dell’Amore e della Celeste Giustizia.

Ora che potete portare la Verità che un tempo non eravate in grado di capire, non riuscite a cogliere in voi la forza e il coraggio di intendere la verace relazione che esiste tra ciò che un tempo è stato detto e scritto con quanto si rivela in questo vostro tempo in cui è operante lo Spirito di Verità.

Sono pochi coloro che sino ad oggi sono riusciti a comprendere e a sviluppare, nell’intimo dei loro cuori, la certezza che colui che doveva guidare i segnati in ogni Verità, è venuto ed è vivente nel mondo. Ancora non ha detto tutto, ma quando il grande segno apparirà in cielo, egli prenderà la sua vera luce ed uscirà fuori da ogni riserbo. Egli ha già detto molto ma dirà di più quel giorno che già segnato in un tempo molto prossimo a venire. Egli è immortale e il suo Spirito non è di questo mondo. Egli possiede l’amore e la giustizia della Suprema Intelligenza ed è figlio del Sole. Il suo sapere non ha limiti. Egli attinge dalla luce ogni cosa che la Luce possiede, perché è Spirito di Luce”.

Fin dagli anni 50’ Eugenio ha operato con la RIVELAZIONE, pieno di tanto Amore Fraterno, nella speranza che il fenomeno apocalittico sfociasse nella salvezza.

Le raccomandazioni Superiori sono state una spinta incessante. Ripeteva:

Adoniesis, Valverde 4 febbraio 1976:  “SIATE  UN’UNICA  COSA

Siate uniti, più che nell’ esteriorità, nell’ interiorità. Siate uniti nello spirito, perché la vostra fratellanza è reale nello spirito e apparente nella materia.

I valori transitori che la vita di questo mondo vi offre, non debbono mai dissuadervi da questa realtà ne debbono distrarvi dalla certezza di essere “una sola cosa”, agli occhi di Colui che È.

Gli affetti e i legami esteriori sono catene che imprigionano lo spirito e lo limitano nella sua libertà. Se conoscete la verità, dovete anche conoscere che il possessivismo delle cose transitorie e mutabili pone limiti e pene, sofferenze e orgasmo. Questi stress sono dannosi per l’autorealizzazione spirituale, disorientano l’anelito dello spirito, desideroso di essere cosciente e libero, ma libero davvero.

Siate un’unica cosa. Pace.

Il Consolatore. Nicolosi, 11/5/1978:  Attenti, attenti !

Molti sono i lupi con il mantello d’agnello. Siate guardinghi e astuti se non volete cadere nel loro diabolico inganno. La violenza mentale è peggiore della violenza fisica, e l’arte di questa sottile e penetrante forza coercitrice diviene sempre più difficile controllarla se non sarete fortificati nello spirito. State attenti e siate sordi al richiamo dei partigiani della bestia che ruggisce e chiede sangue, disamore, e violenza distruttrice. Abbiate lume di discernimento, affinché possiate separare il male dal bene, l’odio dall’amore, l’ingiustizia dalla Giustizia, la guerra dalla pace. La grande battaglia del bene contro il male, della Luce contro le tenebre è in corso. È vero che non potete evitare di essere continuamente provati dal maligno, ma se sarete uniti e spiritualmente forti, coscienti nella Verità che vi è stata rivelata per essere servitori della Luce Cristica, il Maligno nulla potrà contro di voi.

La nostra vigilanza sia il vostro conforto, e la vostra fede il richiamo perenne della Luce redentrice di Colui che vi ama e vi sorregge nel suo Divino Amore. State attenti! Pace.

Il Consolatore, Nicolosi, 1 novembre 1978

“Il maligno semina discordia e odio.

Voi rimanete con la pace nei vostri cuori e siate uniti e fortificati nello Spirito.

Il Maestro ha già domandato quanti sono stati coloro che sono venuti. “pochi, Maestro, pochi”. Molti si sono dispersi nel labirinto delle illusioni e della dissuasione.

Chiudete le porte, perché è vero che nei momenti di stretta e di paura costoro verranno per bussare: “non aprite! Sapevano quello che facevano e sapevano anche che sarebbe ritornato come un ladro nella notte dopo avere più volte rammemorato di sperare, di essere fedeli e di rimanere in attesa del suo ritorno.

I guai sono prossimi e le tribolazioni inevitabili. Il male dilaga sempre più e la follia si impadronisce della mente degli uomini addentratasi nel corrotto sentiero che conduce alla perdizione e al dolore.

Molti, moltissimi saranno falciati e calpestati dagli zoccoli dei destrieri di morte e di distruzione dei quattro cavalieri dell’apocalisse.

Voi, figliuoli, non temete per l’Amore Sublime che Cristo nutre per voi, non temete”.

“Prevalga la Buona Volontà!

Se sarete uniti, affratellati e vivificati da un comune ideale di Giustizia, di Pace e d’Amore, anche l’impossibile può divenire possibile.

L’Umanità deve realizzare i presupposti ideali della Comunione Fraterna per poter risolvere gli annosi problemi che la travagliano e la lacerano di guai sempre più crescenti.

Prevalga la Buona Volontà!

Prevalgono le Virtù del Bene che edificano il Bene, affinché l’Albero della Vita abbia a rifiorire e a dare copiosi frutti e fecondità di felice esistenza.

Uniti Sopravviverete!

Uniti, potrete ascendere verso una Evoluzione Universale e avvicinarvi così a Dimensioni che ancora sconoscete ma che esistono, che operano secondo la Legge dell’Altissimo Signore del Creato e di tutte le Forza Visibili e Invisibili, armonicamente legati dalla Eterna Verità.

Prevalga la Buona Volontà”.

La possibilità del ravvedimento ci era stata data, ma la abbiamo messa “sotto il moggio”, ed era stato l’Amore più grande a cui gran parte dell’umanità terrestre ha rinunciato. E chi rimane sveglio, non creda di avercela fatta, perché Eugenio diceva:

Nicolosi, 12 giugno 1982:  “Chi ha orecchi intenda!

La Zelanteria che mi ha spinto e mi spinge a continuare il discorso iniziato circa 30 anni orsono, è dovuta ad un preciso, inderogabile scopo: Sensibilizzare il predestinato numero di Spiriti Viventi, a suo Tempo Programmati, ad assumere le Nuove Frequenze Evolutive. Si tratta della Qualità Fermentatrice delle Nuove Frequenze G.N.A., il numero è di 144.000. La Novella Generazione da questi generata, contiene un numero ben preciso, variabile all’Atto dell’Elezione. Questa Nuova razza nasce, cresce e segue un Programma predeterminato e minuziosamente controllato da chi ha il Potere di farlo. È provata e vagliata minuziosamente, al fine di conservarne l’incorruttibilità, nel corpo, nella mente, nello Spirito.

Da questa si formerà il Nuovo Popolo Erede del Regno Celeste in Terra. Solo per questo cosciente motivo si può giustificare la mia zelanteria e la continuazione del mio Discorso”. Eugenio Siragusa.

Cosa che, che a fine anni 90’ per Volontà Celeste, si è trasformata in necessità di Giustizia per l’ipertrofica perseveranza dell’umanità nel preferire il Male al BENE.

                                                                                        Orazio Valenti

Commenta per primo

Lascia un commento